Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home

Donazioni

Paypal o Carta di Credito:

Bonifico:
ASSOCIAZIONE LE AGENDE ROSSE
IBAN IT19D0335901600100000116925









 




In Primo Piano

25°anniversario strage vIa D'Amelio, 19 luglio 2017: raccolta fondi per le iniziative in programma

Cari amici,


come sapete quest'anno ricorrerà il venticinquesimo anniversario della strage di Via D'Amelio. Un quarto di secolo di omertà e insabbiamenti. Quando ho iniziato la mia battaglia, esattamente 10 anni fa, con la lettera-denuncia "19 luglio 1992: una strage di Stato" sapevo che arrivare alla Verità e alla Giustizia sarebbe stato difficile come svuotare il mare con un cucchiaio. Però ho iniziato lo stesso e, giorno per giorno, si sono uniti a me, con il loro piccolo cucchiaio, altri compagni di lotta e di strada.
 

Oggi, all'alba di questa venticinquesima ricorrenza e a dispetto di tutte le difficoltà incontrate, possiamo dire che alcuni risultati li abbiamo raggiunti: l'agenda rossa è entrata a far parte dell'immaginario collettivo di questo Paese come il simbolo della richiesta di verità fino a questo momento negata e insabbiata, e non da Cosa Nostra ma da parti deviate dello Stato; Nicola Mancino è stato messo con le spalle al muro ed ha dovuto ammettere la falsità delle sue dichiarazioni riguardo il suo incontro con Paolo il 1 luglio 1992; il processo sulla trattativa Stato-mafia è partito. E, contro ogni previsione, è arrivato anche l'ultimo e meraviglioso successo: la sentenza del processo sulla strage di Via D'Amelio ha confermato, per la prima volta in venticinque anni, l'esistenza di un depistaggio. Un primo, grande passo verso la Verità e la Giustizia.
Leggi tutto...
 

Ordina un DVD o un'Agenda Rossa



Appuntamenti

26

Mag

2017

Dialogo di un poliziotto e di un manifestante, un giorno prima del G7 PDF Stampa E-mail
Scritto da Federica Fabbretti (Agende Rosse) e Luigi Lombardo (Siap Palermo)   
di Federica Fabbretti e Luigi Lombardo - 26 maggio 2017

Era una sera di giugno di qualche anno fa. Squillò il telefono e Federica Fabbretti mi parlò di questa sua idea. Lo avremmo letto lì, in via D'Amelio, non luogo di morte ma di vita, luogo di incontro di strade che si uniscono e orizzonti che si allargano. Società civile che diventa civiltà comune, storia comune. Nacque così, scritto a 4 mani e letto a due voci il DIALOGO DI UN POLIZIOTTO E DI UN MANIFESTANTE.
Ci sarà il G7 a Taormina e tutti hanno diritto a manifestare il loro dissenso e ad esprimere le loro idee, tutti! Ma nessuno ha il diritto di far del male a nessun altro.
Non ho la presunzione di pensare che il nostro DIALOGO possa evitare scontri o problemi (che fortemente ci auguriamo che non ci siano), ma se qualcuno ci rifletterà su almeno un poco forse.

DIALOGO DI UN POLIZIOTTO E DI UN MANIFESTANTE
Ci sono sempre quelli che dicono, quelli che dicono anche se non dovrebbero dire, forse farebbero bene a non pensare nemmeno, ma ci sono. Sono ovunque, tra la gente comune e tra chi li rappresenta cercano solo fratture e divisioni, tramano nell’ombra, parlano, agiscono e vestono in mille modi diversi, escogitano, dicono e vogliono.

Vogliono che io ti guardi e che veda in te il mio nemico,

Leggi tutto...
 

23

Mag

2017

Ladispoli: Scuola, maestra di Legalità PDF Stampa E-mail
Scritto da Movimento Agende Rosse, Assoc. Mamme Etrusche   
di Movimento Agende Rosse, Assoc. Mamme Etrusche - 23 maggio 2017

Il 22 maggio a Ladispoli, il Movimento delle Agende Rosse, nella figura del coordinatore Francesca Toto, ha organizzato presso l’I.C. Corrado Melone, un incontro dal titolo “ Scuola, Maestra di Legalità “, l’educazione alla legalità ed alla cittadinanza attiva ed il ricordo di Capaci.  Il progetto è nato per raccoglie i desideri di Chinnici, Caponnetto, Falcone, Borsellino e consorte, di portare nelle scuole la conoscenza e la cultura contro il malaffare, i comportamenti a rischio, gli atti dolosi.  La mafia che vuole tutti ignoranti in modo di convincerci che essa è necessaria, non ha però fatto i conti con le persone di buona volontà.  Con coloro che non sono indifferenti. Molti di noi che Falcone lo hanno conosciuto , non hanno mai dimenticato che egli affermava: “Ci si dimentica che il successo delle mafie è dovuto al loro essere dei modelli vincenti per la gente. E che lo Stato non ce la farà fin quando non sarà diventato esso stesso un modello vincente “.
I ragazzi, gli insegnati ed il Preside Agresti, ieri e non solo, sono stati tutti proprio questo modello vincente ! Durante l’anno hanno preparato e letto insieme il libro “Strage di Capaci” di Angelo Corbo, ieri , composti ed attenti per ben tre ore – mai nessun richiamo – hanno poi posto quattro domande stimolanti al Giudice Imposimato ed all’Avv. Galasso. Ed infine hanno preparato dei pannelli con disegni, una poesia, che sono stati da noi relatori tutti riconosciuti ed apprezzati. F. Toto: ”ho colto negli occhi di alcuni l’interesse verso un mestiere nell’autorità giudiziaria, ed ho abbracciato una ragazza che avevo notato tra i più sensibili quando ho parlato loro del Magistrato Morvillo Francesca!”
Leggi tutto...
 

22

Mag

2017

'Dopo Capaci tutto è cambiato' - Intervista a Loretta Bignardi e Pippo Giordano PDF Stampa E-mail
Scritto da Leonello Flamigni   
di Leonello Flamigni  - 22 maggio 2017

Leonello Flamigni, intervista il Questore di Forlì-Cesena Loretta Bignardi e Pippo Giordano, già ispettore DIA.
(Fonte: Teleromagna)
 
 

25

Mag

2017

Rita Atria, gli studenti riscrivono la storia PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione 19luglio1992.com   
Gli studenti della 2 FL dell'ITT A. Gentileschi di Milano, rimasti colpiti dalla storia di Rita Atria e dal suo tragico epilogo hanno deciso di riscriverne la storia. In un video provano prima a ripercorrere l'ultimo periodo della giovane, che era stata trasferita a Roma in base al programma di protezione, e poi a modificarne l'epilogo assecondando i loro desideri.
Ringraziamo il Prof. Marco Fragale e gli studenti che si sono impegnati in questo contributo.


 
 

22

Mag

2017

'Testimonio contro la mafia ma nessuno mi protegge' PDF Stampa E-mail
Scritto da Giulio Cavalli   
di Giulio Cavalli - 22 maggio 2017

I PM hanno chiesto per lui lo status di testimone di giustizia ma è stato bollato come “pentito” e abbandonato. Anche se non è indagato per mafia. A colloquio con Angelo Niceta.

Angelo Niceta ha 46 anni e aveva di fronte tutta una vita con le comodità della peggiore borghesia palermitana, quella che puzza di massoneria e rapporti endemici con Cosa Nostra e che spesso assicura denaro, entrature politiche e riconoscimento sociale. I Niceta a Palermo sono un cognome che conta: il loro grande magazzino nella centralissima via Roma è stato il primo di tutta la Sicilia nel settore tessile e per la biancheria della casa. Lì, oltre al commercio, i famigliari di Niceta intessevano rapporti con Bernardo Provenzano, i fratelli Carlo, Giuseppe e Filippo Guttadauro e persino con Matteo Messina Denaro: il gotha di Cosa Nostra Siciliana. Angelo, presa coscienza dei rapporti pericolosi che si consumavano nell’azienda di famiglia, ad un certo punto ha deciso di dire basta e di parlare con i magistrati.
Ma quello che doveva essere il momento della liberazione (e della protezione) si è trasformato in un incubo.
Leggi tutto...
 

22

Mag

2017

Agende Rosse, numerose iniziative a Grosseto in ricordo delle stragi del 1992 PDF Stampa E-mail
Scritto da Patricia Ferreira e Guido Di Gennaro   
di Patricia Ferreira e Guido Di Gennaro - 22 maggio 2017

Il gruppo agende rosse Agostino Catalano - Maremma organizza, in occasione del 25° Anniversario delle stragi di Capaci e via d'Amelio, una serie di eventi per ricordare gli eventi del 1992. Il programma delle iniziative sarà il seguente:


Lunedì 22 Maggio a Grosseto: 
alla scuola media Pascoli dalle 9.30 alle 13.00 gli studenti incontrano i familiari di Agostino Catalano, caposcorta di Paolo Borsellino.
Dalle 19.30 alle 22.30 Incontro e cena con i familiari di Agostino Catalano e proiezione del documentario del format La Storia siamo noi "57 giorni a Palermo", dedicato agli agenti della scorta di Falcone e Borsellino.

Martedì 23 Maggio a Grosseto:
la polizia di Stato incontra i familiari di Agostino Catalano.

 

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 1026
Buy Testosterone EnanthateThere are three major facts that should be watched out for in all payday loans in the United States. In this section we give only a brief summary recommendation for admission of Levitra. Full information can be found in the instructions for receiving medications with vardenafil.
 

Petizione Agostino

Fino all'ultimo giorno della mia vita

Ultimi Commenti

Pagina Facebook

Da AntimafiaDuemila