Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home

Donazioni

Paypal o Carta di Credito:

Bonifico:
ASSOCIAZIONE LE AGENDE ROSSE
IBAN IT19D0335901600100000116925











 




In Primo Piano

Presentazione di 'Oltre i cento passi' - Diretta streaming - 13/10/2017


di Movimento delle Agende Rosse Gruppo Agostino Catalano Maremma - 13 ottobre 2017

Giovanni Impastato, fratello minore di Peppino, ucciso dalla mafia nel 1978, presenta il suo nuovo libro “Oltre i cento passi” a Siena venerdì 13 ottobre alle ore 18:00 presso il CRAL Gruppo Bancario Monte dei Paschi di Siena, Via dei Termini, 31. Dialogano con l’autore la giornalista Simonetta Losi e lo scrittore Carlo Legaluppi.
L'evento verrà trasmesso a cura delle Agende Rosse in diretta streaming dalle ore 18:00 e sarà raggiungibile al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=AVOBIiGatqk

 


 

Ordina un'Agenda Rossa



Mappa gruppi Agende Rosse

Appuntamenti

21

Ott

2017

Faccia di mostro, le accuse a Contrada: 'Si è informato delle indagini sull'ex agente' PDF Stampa E-mail
Scritto da Alessia Candito   
di Alessia Candito - 19 ottobre 2017

Bruno Contrada
non era solo "la persona più strettamente legata" a Giovanni Aiello, controverso poliziotto noto alle cronache come “Faccia di mostro”, ma si è anche preoccupato di informarsi sulle indagini che la Dda di Reggio Calabria stava sviluppando su di lui. È per questo che l’ex numero due del Sisde, di recente scagionato dalla Cassazione e reintegrato in polizia, è stato per due volte perquisito la scorsa estate dalla squadra mobile di Reggio Calabria nell’ambito dell’inchiesta che ha svelato la partecipazione della ‘ndrangheta alla stagione stragista degli “attentati continentali”.

I fatti – emerge dal decreto eseguito nel luglio scorso -  risalgono ai primi mesi del 2016. All’epoca, il procuratore aggiunto della Dda reggina, Giuseppe Lombardo, stava ascoltando diverse persone potenzialmente informate su omicidi e attentati degli anni Novanta e sull’eventuale coinvolgimento di Aiello, riconosciuto da pentiti e testimoni come il misterioso killer di Stato che li avrebbe firmati o organizzati. Fra i “soggetti di interesse investigativo” convocati dai magistrati di Reggio c’era anche Guido Paolilli, ex poliziotto molto vicino a Contrada, il cui cammino giudiziario in passato si è incrociato con quello di “Faccia di mostro”.
Leggi tutto...
 

21

Ott

2017

Presentazione del libro 'Il bandito della guerra fredda' - Bari, 23/24 ottobre 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Agende rosse Provincia di Bari   
di Agende rosse Provincia di Bari - 21 ottobre 2017

Proseguono i seminari formativi sul tema della legalità con due appuntamenti legati al testo verità sul bandito Salvatore Giuliano e sulla strage di Portella delle Ginestre, “Il bandito della guerra fredda” in compagnia dell’autore Pietro Orsatti, scrittore, regista, giornalista e creatore teatrale, nonché collaboratore per numerose testate giornalistiche italiane e estere.
Il primo incontro è programmato per lunedì 23 ottobre alle ore 19.00 in piazza Leone 14, presso il Castello di Bitritto, dove l’autore presenterà il suo ultimo libro dialogando la scrittrice Monica Lippolis, autrice del testo “L’altra storia”. Interverranno all’evento, Sabino Paparella, ass. alla legalità di Bitritto, costante e attento a questo genere di tematiche e Savino Percoco, Coord. Agende rosse Prov. di Bari. Modera l’incontro il giornalista di Repubblica, Gianvito Rutigliano. Fautori dell’evento patrocinato dal Comune di Bitritto, sono le Ass. Agende Rosse, Funima international e libreria Libriamoci.
Il secondo appuntamento è fissato alle ore 10:00 di martedì 24 ottobre presso l’Auditorium del Liceo Linguistico e Tecnico Economico Statale “Marco Polo” di Bari, dove Pietro Orsatti incontrerà gli studenti.
Leggi tutto...
 

19

Ott

2017

Processo Trattativa, domani l'udienza del boss Giuseppe Graviano PDF Stampa E-mail
Scritto da G. D'antonio   
di G. D'antonio - 19 ottobre 2017

Domani, venerdì 20 ottobre, al processo trattativa Stato-mafia sarà sentito in videoconferenza il boss del mandamento di Brancaccio, Giuseppe Graviano.
Essendo indagato di reato connesso in un’inchiesta stralcio sulla trattativa Graviano potrebbe avvalersi della facoltà di non rispondere.
Nell’udienza dello scorso 22 settembre il Procuratore Nino Di Matteo aveva specificato gli argomenti sui quali il boss sarà chiamato a rispondere, ovvero la contestazione di aver partecipato alla violenza e alla minaccia al corpo politico dello Stato.
Suoneranno molto forti le parole raccolte per oltre un anno con le intercettazioni ambientali disposte dalla Procura di Palermo durante l’ora di socialità in compagnia di Michele Adinolfi; la Corte ha ammesso al dibattimento 21 delle 32 intercettazioni raccolte.
In particolare, Graviano fa riferimento al ruolo di Silvio Berlusconi: “Mi ha chiesto una cortesia…” dice in un dialogo, “traditore” lo apostrofa in un altro.
In sede dibattimentale ci si aspetta che venga fatta luce anche sulle modalità del concepimento del figlio di Graviano mentre era detenuto a 41-bis.
Altrettanto gravi sono le parole che Gaspare Spatuzza attribuisce a Graviano durante l’incontro avvenuto presso il bar Doney, a Roma, nel gennaio 1993 a proposito dell’attentato all’Olimpico che si sarebbe dovuto tenere il 23 di quel mese: “l’attentato lo dobbiamo fare lo stesso. I calabresi si sono mossi. Dobbiamo dare quest’ultimo colpo. Lo dobbiamo fare lo stesso, tanto ormai comunque ci siamo messi il Paese nelle mani”. Avrebbe fatto i nomi di Berlusconi e Marcello Dell’Utri come i soggetti con i quali erano stati stipulati quegli accordi.
Leggi tutto...
 

21

Ott

2017

Salvatore Borsellino all'Università 'Roma Tre' - 25 ottobre 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Ricomincio dagli studenti   
di Ricomincio dagli studenti - 21 ottobre 2017

Mercoledì 25 Ottobre, ore 17.45, Giurisprudenza, Aula 7, Roma Tre.

Con:
FERDINANDO IMPOSIMATO - Presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione
SALVATORE BORSELLINO - Fratello minore del magistrato Paolo Borsellino, attivista.

Ci concentreremo sulle molteplici sfumature che il fenomeno della corruzione può avere, in particolare riguardo le mafie, e sulle conseguenze per lo stato della corruzione radicalizzata a tutti i livelli dell'ordinamento.

Insieme a Ferdinando Imposimato e Salvatore Borsellino affronteremo il tema da più punti di vista, quello tecnico-giuridico, quello della società civile e quello più intimo e personale, legato alle note esperienze di vita dei nostri ospiti.
Leggi tutto...
 

20

Ott

2017

Il quarto livello delle mafie PDF Stampa E-mail
Scritto da Vincenzo Musacchio   

di Vincenzo Musacchio - 20 ottobre 2017

Dopo il  fallito attentato dell’ Addaura del 21 giugno 1989, Giovanni Falcone affermò testualmente: "Ci troviamo di fronte a menti raffinatissime che tentano di orientare certe azioni della mafia. Esistono forse punti di collegamento tra i vertici di Cosa Nostra e centri occulti di potere che hanno altri interessi. Ho l’impressione che sia questo lo scenario più attendibile se si vogliono capire davvero le ragioni che hanno spinto qualcuno ad assassinarmi”.
Anche se in tanti dicono che Falcone non avesse mai riconosciuto un terzo livello in “Cosa Nostra”, indirettamente, (ma io ritengo con scienza e coscienza) questo suo commento ammette l’esistenza non solo di un terzo livello ma addirittura ne paventa l’esistenza di un quarto.  Non dimentichiamoci mai che gli anni ottanta fino alla morte di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, segnano le sconfitte più consistenti subite da Cosa Nostra nella sua storia criminale e la gran parte provocate proprio dal maxiprocesso. Fu una svolta epocale e mondiale. Sino alla sentenza del maxiprocesso la conoscenza del fenomeno mafioso era assai vaga e confusa. Dopo quella sentenza, abbiamo cominciato a comprendere meglio il fenomeno e i suoi contatti con i “poteri forti” nazionali ed internazionali. Esisterebbe una rete, ove si anniderebbero questi cd. “poteri forti”, una sorta di “super comitato”, costituito da uomini politici, massoni, banchieri, alti burocrati dello Stato, industriali, che influenzerebbe (direttamente o indirettamente) anche le sorti delle mafie italiane. Questi poteri forti nazionali costituirebbero il cd. “terzo livello”, mentre quelli sovranazionali darebbero vita al cd. “quarto livello”. Cos’è questo “quarto livello” e chi sono le persone che lo compongono?

Leggi tutto...
 

17

Ott

2017

1° festival della Legalità - Casoli (CH), 23-26 ottobre 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da ISS Istituto Scuola Superiore "Algeri Marino" di Casoli (Chieti)   
di ISS Istituto Scuola Superiore "Algeri Marino" di Casoli (Chieti) - 17 ottobre 2017




 
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 1046
Trenbolone Steroidsquick loans . Since its introduction in the market buying Cialis can be exclusively in pharmacy chains with a prescription from a doctor. I agree that this is very inconvenient and takes a lot of time and effort.
 

Petizione Agostino

Fino all'ultimo giorno della mia vita