Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home

Donazioni

Paypal o Carta di Credito:

Bonifico:
ASSOCIAZIONE LE AGENDE ROSSE
IBAN IT19D0335901600100000116925









 




In Primo Piano

Strage Borsellino, quattro condannati
di TeleFuturaNissa Caltanissetta - 21 aprile 2017
Strage via D'Amelio, ergastolo per due boss. Condannati a 10 anni i falsi pentiti. I giudici di Caltanissetta: calunnia prescritta per Scarantino, fu costretto a mentire contro i sette innocenti.

 

Ordina un DVD o un'Agenda Rossa



Appuntamenti

22

Apr

2017

'Il depistaggio su via D’Amelio poteva farlo solo la polizia' PDF Stampa E-mail
Scritto da Sandra Rizza   

di Sandra Rizza - 22 aprile 2017

Salvatore Borsellino, la Corte d’assise di Caltanissetta ha stabilito per la prima volta che Vincenzo Scarantino fu “indotto” a mentire, rilanciando la pista del depistaggio istituzionale. È soddisfatto della sentenza del processo quater?


Sì, sono soddisfatto. Da questo processo mi aspettavo chiarezza su due punti fondamentali: la matrice istituzionale del depistaggio e la sparizione dell’agenda rossa. Sull’agenda rossa, purtroppo, la verità appare ancora lontana. Ma sulle responsabilità istituzionali che per 25 anni hanno deviato le indagini su via D’Amelio è stato fatto un grosso passo avanti. Oggi è chiaro che qualcuno ha manipolato il teste fasullo al centro della prima indagine. E questo qualcuno non può che essere la Polizia di Stato.
 

Leggi tutto...
 

21

Apr

2017

Borsellino quater: ergastolo per i boss. Scarantino 'indotto' a commettere il reato PDF Stampa E-mail
Scritto da Aaron Pettinari e Francesca Mondin   
di Aaron Pettinari e Francesca Mondin - 21 aprile 2017

Dopo undici ore di camera di consiglio la corte d'assise di Caltanissetta, presieduta da Antonio Balsamo, ha condannato all'ergastolo i boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino, imputati della strage in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino ed i cinque uomini della scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.
Condannati a 10 anni i "falsi pentiti" Francesco Andriotta e Calogero Pulci, accusati di calunnia. E’ stato dichiarato “non doversi procedere per pervenuta prescrizione in ordine al reato di calunnia pluriaggravata” nei confronti di Vincenzo Scarantino. A quest’ultimo è stata concessa la circostanza attenuante dell’art.114 terzo comma. In parole povere Scarantino ha effettuato la calunnia perché "determinato a commettere il reato" dagli apparati di Polizia, è stato indotto.
Inoltre la Corte ha disposto la trasmissione ai pm dei verbali d’udienza dibattimentale “per eventuali determinazioni di sua competenza”.
Ai familiari delle parti civili costituite – congiunti di Paolo Borsellino e degli uomini della scorta uccisi in via d’Amelio il 19 luglio 1992 – sono state liquidate provvisionali immediatamente esecutive comprese tra i 100mila e i 500mila euro ciascuno.

Leggi tutto...
 

21

Apr

2017

Processo Borsellino quater, Repici: 'Restituita dignità alla giustizia' PDF Stampa E-mail
Scritto da Enrico Di Giacomo   
di Enrico Di Giacomo - 20 aprile 2017

“Con la sentenza di oggi la Corte di Assise di Caltanissetta restituisce dignità alla giustizia e punta a chiare lettere il dito contro i depistatori di Stato, finora lasciati impuniti dalla Procura della Repubblica”. Così commenta stasera – con l’Adnkronos – l’avvocato Fabio Repici, legale di parte civile di Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo assassinato nella strage di via D’Amelio che risale a 25 anni fa.

“Il proscioglimento di Scarantino certifica come siano stati organi istituzionali a ideare le calunnie e il falso di Stato costruito su via D’Amelio in questi 25 anni – prosegue il legale – Ora tocca ai pubblici ministeri, seguire le indicazioni della Corte, finalmente sottoponendo a processo i funzionari di polizia che hanno determinato Scarantino alle falsità con cui sono stati montati due processi truffa”.
Leggi tutto...
 

22

Apr

2017

Borsellino: ergastolo a due boss, condannati falsi pentiti PDF Stampa E-mail
Scritto da Mercede Riveria   
Borsellino: ergastolo a due boss, condannati falsi pentiti di Mercede Riveria - 21 aprile 2017

Sono stati invece condannati a 10 anni i 'falsi pentiti' accusati di calunnia Francesco Andriotta e Calogero Pulci. Per Vincenzo Scarantino i giudici nisseni hanno dichiarato estinto per prescrizione il reato di calunnia. In parole povere Scarantino ha effettuato la calunnia perché determinato a commettere il reato dagli apparati di Polizia. Ai familiari delle parti civili costituite - congiunti di Paolo Borsellino e degli uomini della scorta uccisi in via d'Amelio il 19 luglio 1992 - sono state liquidate provvisionali immediatamente esecutive comprese tra i 100mila e i 500mila euro ciascuno. Per Salvo Madonia e Vittorio Tutino, è stato chiesto l'ergastolo. I falsi pentiti sarebbero autori del depistaggio che ha portato alla condanna di sette innocenti per i quali, dopo il passaggio in giudicato dell'ultimo verdetto, verrà avviato il processo di revisione. La Corte però ha riconosciuto le attenuanti.
Leggi tutto...
 

21

Apr

2017

Salvatore Borsellino: 'Su Scarantino la sentenza Borsellino Quater si avvicina alla Giustizia' PDF Stampa E-mail
Scritto da Salvatore Borsellino   
di Salvatore Borsellino - 21 aprile 2017

Quando la Corte d’assise di Caltanissetta accettò l’ingiunzione di Giorgio Napolitano a non essere chiamato a testimoniare, come aveva richiesto la mia parte civile, avevo deciso di ritirare la mia costituzione di parte civile e di non partecipare più ad un processo dal quale, sebbene ritenevo e ritengo che il presidente Antonio Balsamo avesse obbedito all’imposizione ‘obtorto collo’, si erano quasi annullate le mie aspettative di ottenere verità e giustizia.
Rinunziai a questo passo definitivo su esortazione del mio avvocato Fabio Repici, anche se da allora decisi di non partecipare più alle udienze, e oggi, dopo la sentenza emessa ieri dalla Corte, sono contento di averlo fatto.
La sentenza non porta molti elementi nuovi sulla strada della verità sulla strage di Via D’Amelio, a parte quelli derivanti dalla collaborazione di Gaspare Spatuzza che ha portato alla condanna all’ergastolo di Salvo Madonia e Vittorio Tutino. Ma il fatto che alla strage abbia materialmente partecipato una famiglia mafiosa piuttosto che un’altra ha poca importanza in una strage nella quale la vera matrice è quella dello stato deviato e che pertanto si può definire una strage di Stato piuttosto che una strage di mafia.
Leggi tutto...
 

20

Apr

2017

Sentenza Borsellino Quater: la corte dichiara la prescrizione del reato di calunnia per Scarantino PDF Stampa E-mail
Scritto da ADNKRONOS   
di Adnkronos - 20 aprile 2017

Palermo, 20 apr. (AdnKronos) – Ergastolo per i boss mafiosi Salvo Madonia e Vittorio Tutino, imputati per la strage di via D’Amelio in cui furono uccisi il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti della scorta. La sentenza è stata emessa pochi istanti fa dalla Corte d’assise di Caltanissetta presieduta da Antonio Balsamo. Condannati a 10 anni i falsi pentiti Francesco Andriotta e Calogero Pulci, accusati di calunnia. Per Vincenzo Scarantino i giudici nisseni hanno dichiarato estinto per prescrizione il reato di calunnia. La sentenza è stata emessa dopo circa 11 ore di camera di consiglio.
Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 2 di 1020
personal loans online . Since its introduction in the market buying Cialis can be exclusively in pharmacy chains with a prescription from a doctor. I agree that this is very inconvenient and takes a lot of time and effort.
 

Petizione Agostino

Fino all'ultimo giorno della mia vita

Ultimi Commenti

Pagina Facebook

Da AntimafiaDuemila