Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home

Donazioni

Paypal o Carta di Credito:

Bonifico:
ASSOCIAZIONE LE AGENDE ROSSE
IBAN IT19D0335901600100000116925









 




In Primo Piano

Strage Borsellino, quattro condannati
di TeleFuturaNissa Caltanissetta - 21 aprile 2017
Strage via D'Amelio, ergastolo per due boss. Condannati a 10 anni i falsi pentiti. I giudici di Caltanissetta: calunnia prescritta per Scarantino, fu costretto a mentire contro i sette innocenti.

 

Ordina un DVD o un'Agenda Rossa



Appuntamenti

10

Nov

2008

Grasso: "Entitá esterne hanno armato Cosa Nostra" PDF Stampa E-mail
Scritto da Giorgio Bongiovanni   
Grasso: ''Entita' esterne hanno armato Cosa Nostra''. Ma chi sono?  
di Giorgio Bongiovanni - 8 novembre 2008
 
E’ passata poco più di una settimana da quando il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, invitato all’inaugurazione dell’istituto superiore di tecniche investigative dell’Arma a Velletri, ha spiegato ancora una volta, con parole più che preoccupanti, la reale natura di Cosa Nostra.
E’ un errore grossolano considerare Cosa nostra un ‘antistato’ perché talvolta è dentro lo Stato e la sua connivenza con il sistema di potere è molto più di una semplice ipotesi investigativa”.
Nonostante queste gravissime dichiarazioni la notizia non ha avuto praticamente nessuna eco. La grancassa mediatica continua a propugnare una concezione della mafia siciliana (ma si potrebbe applicare un discorso analogo anche alle altre organizzazioni criminali) limitata alla violenza o alla scontro tra famiglie per il predominio del territorio e per la spartizione del pizzo all’indomani della cattura di Provenzano e degli altri superlatitanti lasciando presagire una sconfitta del sodalizio mafioso. O facendo credere che la repressione giudiziaria o militare possano bastare per risolvere questo atavico problema che affligge il nostro Paese.
Leggi tutto...
 

09

Nov

2008

La pista americana PDF Stampa E-mail
Scritto da Gianni Barbacetto e Salvo Palazzolo   

Quanti misteri restano nelle indagini sulle stragi di mafia del 1992-93: il biennio in cui è nata la nuova mafia, ma anche la nuova politica. Allora la parola-chiave era: trattativa. Tra gli uomini di Cosa nostra e lo Stato. E oggi?

di Gianni Barbacetto e Salvo Palazzolo (Diario, 22 ottobre 2004)

 


Paolo Borsellino

C’è una nuova «pista americana» nelle indagini sulle stragi di mafia del 1992-93. Una traccia che parte dalla Sicilia e arriva negli Stati Uniti, attraverso un’inedita trattativa. Ed è l’ennesimo enigma che si aggiunge ai già numerosi misteri accumulati, in dodici anni d’indagini e processi, a proposito del biennio cruciale della storia italiana recente, quello in cui nasce la «seconda Repubblica».

Leggi tutto...
 

07

Nov

2008

Lettera aperta al Presidente del Consiglio PDF Stampa E-mail
Scritto da Dario Campolo   




Lettera Aperta al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi scritta da Dario Campolo


Egregio Presidente,

volevo ringraziarLa per la pessima figura di ieri riguardo la Sua esternazione su Obama in ambito internazionale, ma come buona educazione insegna mi presento, sono Dario Campolo, un cittadino Italiano e scrivo da Torino. Non sono della Sua area politica ma poco importa visto che ormai sono in aumento gli elettori di centro destra che non si riconoscono in Lei, ma veniamo al dunque, sarò brevissimo perchè come Lei ci insegna il tempo è denaro e quindi fra un morso di panino e una sorsata d'acqua Le scrivo dai miei 20 minuti di pausa pranzo.

Presidente, ma Le sembra normale quello che ieri Lei ha detto su Obama e per di più in Russia? Rispondo io, No!!!
Leggi tutto...
 

09

Nov

2008

Cossiga : Istigazione a delinquere PDF Stampa E-mail
Scritto da Salvatore Borsellino   


Il Senatore a vita Francesco Cossiga, ex Presidente Emerito della Repubblica Italiana, ha reso noto il testo di una sua lettera aperta al Capo della Polizia Manganelli che riportiamo integralmente nel seguito.
A prima vista sembrano le farneticazioni di un demente e le espressioni facciali, come quelle riportate nelle foto, sembrano convalidare la legittimità di questa ipotesi
Ma poi, considerando i trascorsi di quest'uomo che, insieme ad Andreotti, è una delle anime nere della nostra Repubblica,
quando mi vengono in mente i nomi di Pier Francesco Lorusso, Giorgiana Masi, Roberto Crescenzio, Fulvio Croce, di tutte le vittime di quella strategia della tensione della quale in queste sue esternazioni, all'apparenza farneticanti, Cossiga non fa altro che ipotizzare, suggerire e sollecitare il ritorno, allora mi rendo conto che non abbiamo e che fare con le dichiarazioni di un demente ma con una vera e propria, lucida, determinata, istigazione a delinquere.
Leggi tutto...
 

07

Nov

2008

Bruno Contrada: no a revisione processo - 6/11/2008 PDF Stampa E-mail
Scritto da ANSA   
6 novembre 2008

RomaLa vicenda giudiziaria dell'ex numero due del Sisde Bruno Contrada non ha nulla a che vedere con i procedimenti a carico del senatore a vita Giulio Andreotti e del magistrato di Cassazione Corrado Carnevale.

Per questo l'ex 'superpoliziotto' non può invocare la revisione del processo per concorso esterno in associazione mafiosa, conclusosi con la condanna definitiva a dieci anni di reclusione, facendo riferimento alla "contraddittorietà " dei verdetti di assoluzione e condanna per i due imputati 'eccellenti'. Lo sottolinea la Cassazione nelle motivazioni,depositate oggi,della sentenza con la quale lo scorso 7 ottobre i supremi giudici hanno detto 'no' all'istanza di revisione presentata da Contrada. Per la Cassazione "non sussiste alcuna inconciliabilità fra le pronunce assolutorie concernenti Carnevale ed Andreotti e quella di condanna inerente il Contrada".

"E' agevole rimarcare - prosegue Piazza Cavour con la sentenza 41372 - che i fatti costituenti oggetto dei giudizi a carico di Carnevale ed Andreotti sono diversi da quelli stabiliti nel procedimento Contrada". Con riferimento alla inattendibilità dei pentiti sostenuta da Contrada, la Cassazione rileva che "la pronuncia di condanna si fonda, oltre che sulle dichiarazioni dei collaboranti, su prove di segno e natura diversa, analiticamente enunciati". Insomma, il verdetto di colpevolezza è "supportato da un compendio probatorio ampio, complesso e concordante", dice la Cassazione. Per queste ragioni la Quinta sezione penale del 'Palazzaccio' ha bocciato il ricorso di Contrada, che è stato anche capo della squadra mobile di Palermo ed è accusato di aver coperto la latitanza dei boss mafiosi fornendo loro informazioni riservate, condannandolo anche al pagamento delle spese di giustizia.

Fonte: ANSA e Antimafiaduemila
 

07

Nov

2008

Le felicitazioni di Berlusconi ad Obama. Non resta che l'interdizione PDF Stampa E-mail
Scritto da Benny Calasanzio   



 

Il presidente della Repubblica Francese, Nicolas Sarkozy: ''A nome di tutta la popolazione francese, le faccio le mie più calorose congratulazioni. La sua brillante vittoria premia l'impegno instancabile verso la popolazione americana''.

Il leader del movimento anti-apartheid ed ex presidente del Sudafrica, Nelson Mandela: "La tua vittoria ha dimostrato che nessuna persona al mondo deve aver paura di sognare di voler cambiare il mondo in un posto migliore. Siamo sicuri che finalmente realizzerai il tuo sogno di rendere gli Stati Uniti d'America pieno partner di una comunita' di nazioni impegnata nella pace e nella prosperita' per tutti".

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.1001100210031004100510061007100810091010Succ.Fine»

Pagina 1009 di 1020
Getting California Loans Online should be thought of many times. Therefore, we can say that the active substances in its composition are more perfectly mixed. Vardenafil is not only present in the original Cheap Levitra, but also as part of its analogs.
 

Petizione Agostino

Fino all'ultimo giorno della mia vita

Ultimi Commenti

Pagina Facebook

Da AntimafiaDuemila