Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home

Donazioni

Paypal o Carta di Credito:

Bonifico:
ASSOCIAZIONE LE AGENDE ROSSE
IBAN IT19D0335901600100000116925









 




In Primo Piano

Via d'Amelio, dopo 25 anni nessun silenzio

di Miriam Cuccu e Francesca Mondin - 20 luglio 2017


Nessun minuto di silenzio quest’anno in via Mariano d’Amelio, ma un lungo momento in cui un migliaio di persone hanno scandito i nomi di Paolo Borsellino, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina e Agostino Catalano, uccisi 25 anni fa nella strage del 19 luglio 1992. All’evento organizzato dal Movimento Agende Rosse sono presenti, tra gli altri, Nino Di Matteo e Roberto Tartaglia, pm del processo trattativa Stato-mafia, Antonio Ingroia, ex magistrato di Palermo, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e quello di Messina, Renato Accorinti, Ferdinando Imposimato, Presidente della Corte di Cassazione, e Giulia Sarti, componente M5S e della Commissione parlamentare antimafia.


Mentre una giovane sul palco canta l’inno d’Italia, sul balcone della famiglia Borsellino campeggiano sei figure di cartone a grandezza naturale: sono quelle del giudice ucciso e dei cinque agenti di scorta. Quasi a voler osservare la folla che applaude attorno al palco ed ai familiari delle vittime. Che, ancora una volta, denunciano l’amara condizione dell’essere defraudati della verità sull’uccisione dei loro cari. Un boato inevitabilmente contrastante con i “silenzi di Stato” ed i “depistaggi” che hanno dato il nome a questa venticinquesima manifestazione, all’ombra dell’ulivo adornato di lettere e fazzoletti colorati piantato di fronte al cancello dove Paolo Borsellino sostò per l’ultima volta.
Leggi tutto...
 

Ordina un'Agenda Rossa



Mappa gruppi Agende Rosse

Appuntamenti

10

Gen

2009

Il processo nascosto PDF Stampa E-mail
Scritto da Nicola Biondo   

Tutte le anomalie di cui sono stato testimone mi hanno fatto capire che Provenzano non volevano catturarlo perché aveva un compito ben preciso». A parlare è un ufficiale dei Carabinieri in pensione, il colonnello Michele Riccio. Il particolare è stato rivelato ieri nel corso di un processo che dal luglio scorso si svolge a Palermo: un processo importante di cui poco o nulla è stato finora detto. Un «processo nascosto». Proviamo a capire perché.

Leggi tutto...
 

09

Gen

2009

Mistero Borsellino PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Lo Bianco - Sandra Rizza   

(immagine elaborata da Dario Campolo)

Dopo il "botto" sull'autostrada di Capaci, nei 56 giorni che separarono l'attentato a Giovanni Falcone da quello a Paolo Borsellino, l'allora ministro dell'Interno Nicola Mancino sarebbe venuto a sapere che pezzi dello Stato avevano intavolato una "trattativa" con Cosa nostra ...
... per far cessare il terrorismo mafioso, in cambio di alcune concessioni legislative: prima fra tutte la revisione del maxiprocesso.
Sarebbe stato uno dei protagonisti di quel negoziato, Vito Ciancimino, a chiedere alcune "garanzie istituzionali", tra cui quella che Mancino fosse informato.
E avrebbe ottenuto, attraverso canali tuttora al vaglio dei magistrati, che l'informazione giungesse al destinatario. È uno dei passaggi più delicati delle nuove rivelazioni fatte nei giorni scorsi ai pm di Palermo da Massimo Ciancimino, il figlio prediletto di Vito, l'ex sindaco mafioso del capoluogo siciliano che fu per decenni la longa manus del boss Bernardo Provenzano nel cuore della Dc.

Leggi tutto...
 

09

Gen

2009

Facebook e centrali di disinformazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Salvatore Borsellino   
Come ci si poteva aspettare dopo i gruppi su Facebook inneggianti a Riina, Provenzano e Messina Denaro è notizia di oggi la costituzione di un gruppo denominato "Bruno Contrada Libero" al quale hanno già aderito centinaia di utenti e che ha come obiettivo dichiarato quello di "chiedere la libertà piena per raggiunti limiti di età e la volontà di evidenziare una sentenza che condanna un uomo per un reato che non è stato introdotto dal legislatore". Altro obiettivo dichiarato del gruppo è quello di "eliminare la confusione nata attorno ad affermazioni di Salvatore Borsellino, che dei gruppi in Facebook fa di tutta l'erba un fascio, mescolando sostenitori di Totò Riina con persone perbene. Ciò solo perché queste ultime non condividono il suo giudizio riguardo l'ex funzionario"
 
Leggi tutto...
 

09

Gen

2009

Processo Mori-Obinu : Dell´Utri tolto dal rapporto PDF Stampa E-mail
Scritto da ANSA   

Processo Mori-Obinu: ''Dell'Utri tolto dal rapporto''


9 gennaio 2009-Palermo

"Il generale Mario Mori mi disse di non inserire nel rapporto 'Grande Oriente' i nomi di tutti i politici citati dal confidente Luigi Ilardo. Tra questi c'era anche Marcello Dell'Utri: una persona importante, molto vicina ai nostri ambienti.

Leggi tutto...
 

09

Gen

2009

Agire o morire PDF Stampa E-mail
Scritto da Gianluca Mastronardi   
Agire o morire….

Caro Salvatore,
le notizie vergognose di gruppi crescenti a sostegno di mafiosi come Riina all’interno di Faceboock e la notizie di ieri di quasi mille sostenitori a favore di Bruno Contrada, mi spingono ad alcune considerazioni. Ti ricordi, qualche mese fa sollevai il pericolo e l’ opportunita’ di oscurare il sito di Bruno Contrada. Mi rispondesti, da democratico quale sei, che la rete rappresentava l’ultimo baluardo della liberta’..! Ora leggo le tue tesi, che condivido, che dietro questo utilizzo criminale ci sia una mente, altrettanto criminale, che mira a cambiare la percezione della gente in relazione ai processi di mafia. Una manovra occulta che vuole indirizzare e stravolgere l'iter processuale.

Ti chiedo se, alla luce del proliferare di questi gruppi immondi , sei ancora della tua idea o se ritieni che sia il caso, tramite la Polizia Postale e le Autorita’ Competenti, di smantellare e censurare i siti a favore di persone condannate per reati mafiosi.
Leggi tutto...
 

08

Gen

2009

Da "Le Monde" : Su Facebook i mafiosi sono simpatici PDF Stampa E-mail
Scritto da da Le Monde   
 

ROME CORRESPONDANCE

Peut-on impunément encenser les parrains de Cosa Nostra sicilienne sur Facebook, le site de socialisation ? Apparemment oui. Les dirigeants du network de Palo Alto, en Californie, ont fait savoir que la censure ne faisait pas partie de leur politique. En l'occurrence, ils ne feront rien contre les groupes de fans de mafieux tels que Toto Riina et Bernardo Provenzano qui se sont manifestés à travers le site et provoqué un tollé en Italie pour avoir qualifié les parrains, entre autres, d'"hommes d'honneur", d'"incompris" et d'"innocents" dont "il faut baiser la main".

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.1011101210131014101510161017101810191020Succ.Fine»

Pagina 1016 di 1042
Steroid Called TestThere are three major facts that should be watched out for in all payday loans in the United States. One of the main advantages of Sovaldi is that it can be used by patients belonging to all 4 genotypes. Buy Sovaldi is a very strong drug, and as all of them, it has a number of side effects that can be caused.
 

Petizione Agostino

Fino all'ultimo giorno della mia vita