Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home

Appuntamenti

Donazioni

Paypal o Carta di Credito:

Bonifico:
ASSOCIAZIONE LE AGENDE ROSSE
IBAN IT19D0335901600100000116925











 




In Primo Piano

Mafia: due incontri con Salvatore Borsellino a San Lazzaro di Savena (Bo) - 17/11/2017
di Redazione 19luglio1992.com - 16 novembre 2017

(DIRETTA STREMING)
Salvatore Borsellino, fratello minore di Paolo, sarà ospite a San Lazzaro di Savena (Bologna) in due incontri organizzati per il 17 novembre da Agende Rosse.  Alla mattina sarà intervistato dal giornalista Marco Lillo all'Itc Mattei, alle 10.30, in un'iniziativa dal titolo 'Bugie e verità. La lunga strada per arrivare ai mandanti delle Stragi del 1992-1993'. Il pomeriggio è invece previsto un convegno, alle 18.30, alla camera del lavoro di San Lazzaro, su 'Le verità taciute del processo Borsellino quater'. Dopo l'introduzione di Luana Rocchi, segreteria Cgil di Bologna, prenderanno la parola, oltre a Borsellino, gli avvocati Calogero Montante, Domenico Morace e Fabio Repici. Modererà sempre Marco Lillo del Fatto Quotidiano.
(ANSA)

L'incontro delle 18.30 verrà trasmesso in diretta streaming



 

Ordina un'Agenda Rossa



Mappa gruppi Agende Rosse

11

Gen

2009

Lettera da Stefano Penco (oggetto : Mancino) PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Penco   

Stimatissimo Ing. Salvatore Borsellino, all'indirizzo di questo sito:http://www.carlovulpio.it/default.aspx sono pubblicati quattro articoli di Carlo Vulpio.
Nell'articolo "Vento forte tra Salerno e Catanzaro/4" , alla conclusione, si troveno le seguenti considerazioni documentate:

"Ma ciò che ancora non è stato chiarito bene è il capitolo delle telefonate con Antonio Saladino. Per quelle risalenti al 2001 Mancino si è giustificato dicendo che erano state fatte sì dal suo studio privato di Avellino, ma che a telefonare a Saladino era stato un suo collaboratore. Sarà. Certo è però che questo collaboratore di Mancino dev'essere un po' troppo apprensivo per le vicende di Saladino, se è tornato a intrattenere contatti telefonici con lui proprio nei giorni in cui Saladino – siamo nel febbraio 2007 – veniva sottoposto alle perquisizioni dell'inchiesta Why Not.

Leggi tutto...
 

11

Gen

2009

Dall'inchiesta su Cosa Nostra "A schiena dritta" - Parte seconda PDF Stampa E-mail
Scritto da Pietro Orsatti   

Tracce, appunti, brevi anticipazioni del libro inchiesta su Cosa Nostra "A schiena dritta" in uscita a marzo per la casa editrice Socialmente. In questa puntata la ricostruzione fra la prima e la seconda guerra di mafia. E l’ascesa di Totò Riina e dei Corleonesi.

Per capire la Cosa Nostra di oggi è necessario tornare indietro nel tempo, ripercorrere tutta l’ascesa dei Corleonesi e di Riina. È necessario riaprire le carte, scorrere i verbali dell’audizione della Commissione antimafia, leggere sentenze, motivazioni, verbali. In gran parte letture già fatte negli anni precedenti, ma che con l’esperienza del lavoro di “scarpe” iniziato ad aprile 2008 mi hanno consentito di vedere similitudini inquietanti fra le “guerre” del passato e quella in preparazione oggi. E allora ripercorriamo la storia di questi conflitti, fin troppo rimossi dalla memoria collettiva, dimenticati fra le righe di centinaia di libri, miglia di pagine di inchiesta. Le guerre di mafia non sono un’eccezione nella storia di Cosa Nostra. Quando il business non basta a tenere insieme le famiglie, chi vuole scalare il potere lo fa grazie alle armi. E i conflitti più sanguinosi sono nati proprio a Palermo e nel triangolo Punta Raisi, Corleone e Castellammare del Golfo. Non scaramucce, ma guerre con centinaia di morti durate anni con ricadute devastanti su un territorio già colpito da problemi di povertà, disoccupazione, esclusione sociale. Un composito strato di emarginazione nel quale Cosa Nostra, con il suo potere di attrazione identitario, ha attinto per reclutare i propri soldati.
Leggi tutto...
 

11

Gen

2009

Invito a riflettere (da Facebook) PDF Stampa E-mail
Scritto da Valentina Culcasi   



Che le cose siano così’, non vuol dire che debbano andare così, solo che quando si tratta di rimboccarsi le maniche ed incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è, allora, che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.”
Giovanni Falcone.


Giovanni Falcone e Paolo Borsellino erano uomini semplici, “normali”:amavano il diritto, la giustizia,volevan cambiare le cose. Sono stati uomini straordinari, perché hanno fatto ciò che tutti noi solitamente non facciamo: semplicemente avere coraggio. Non erano super eroi ma sono stati fuori dal comune, perché hanno avuto il coraggio di fare ciò che la maggior parte di noi non vuole più fare. Pagare il prezzo delle proprie scelte.

Leggi tutto...
 

11

Gen

2009

Dall'inchiesta su Cosa Nostra "A schiena dritta" - Parte terza PDF Stampa E-mail
Scritto da Pietro Orsatti   


L'operazione Gotha e quella Perseo colpiscono duramente i clan di Palermo. E dimostrano che da almeno tre anni si stavano preparando alla guerra. Con gli arresti tornano in evidenza Messina Denaro e Raccuglia. L’obiettivo è l’eredità di Riina 
di Pietro Orsatti (su left).

Una sentenza, quella del processo Gotha, e un’operazione condotta dai Carabinieri su ordine della Dda di Palermo, il blitz Perseo del 16 dicembre, hanno dimostrato anche ai più scettici che Cosa nostra, dopo anni di sommersione, sta vivendo una nuova fase di riorganizzazione e di “cambio di vertice”. E lo starebbe facendo attraverso i consolidati metodi e processi dettati dalla tradizione. Uno o più piani di azione, anche contrapposti, accordi, alleanze e quando serve le armi. E andiamo ai documenti, quindi, per capire davvero cosa sta succedendo da tre anni a questa parte in Sicilia e in particolare nel palermitano.

Leggi tutto...
 

11

Gen

2009

Dall'inchiesta su Cosa Nostra "A schiena dritta" - Parte prima PDF Stampa E-mail
Scritto da Pietro Orsatti   


Tracce, appunti, brevi anticipazioni del libro inchiesta su Cosa Nostra "A schiena dritta" in uscita a marzo per la casa editrice Socialmente.


Quando senti che sei su una storia che vale la pena seguire non è possibile mollare. Anche se le logiche redazionali te lo consiglierebbero. Anche se a volte ti ritrovi a lavorare in un territorio così delicato senza avere le spalle coperte. E allora le coperture te le inventi, le cerchi anche fuori dal tuo giornale. Mi sono trovato, per questo, a dover investire tutto il mio tempo libero su questa inchiesta, tralasciando tanti aspetti della mia vita privata e pagando prezzi, anche economici, che forse non mi potevo permettere di pagare. Ma quando hai trovato le fonti, hai appoggio sul territorio e hai la spinta a andare avanti sarebbe un delitto mollare. E c’era anche un altro aspetto da non sottovalutare.

Leggi tutto...
 

10

Gen

2009

Lettera da Giovanni Mancuso PDF Stampa E-mail
Scritto da Giovanni Mancuso   
Carissimo dott. Borsellino
 
vorrei segnalarle un brano musicale da me composto (parte di una serie dedicata alla questione mafia-politica)
che verrà trasmesso su Rai Radio Tre il 4 gennaio alle ore 22.
Il brano, per tre viole da gamba, si intitola :
 
"MANCINO, RICORDA"
musicoterapia ipnotico-regressiva per tre viole da gamba
 
Leggi tutto...
 
«InizioPrec.1011101210131014101510161017101810191020Succ.Fine»

Pagina 1020 di 1048
Turinabol CycleThe best way to go for you to know the credible Payday Loans Michigan providers. Female Cialis is prescribed to improve the quality of sexual life, to enhance the sensual reaction. It is also prescribedin case of frigidity and anorgasmia, decreased libido and hormonal changes that cause sexual dysfunction.
 

Petizione Agostino

Fino all'ultimo giorno della mia vita