Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home

Donazioni

Paypal o Carta di Credito:

Bonifico:
ASSOCIAZIONE LE AGENDE ROSSE
IBAN IT19D0335901600100000116925









 




In Primo Piano

Via d'Amelio, dopo 25 anni nessun silenzio

di Miriam Cuccu e Francesca Mondin - 20 luglio 2017


Nessun minuto di silenzio quest’anno in via Mariano d’Amelio, ma un lungo momento in cui un migliaio di persone hanno scandito i nomi di Paolo Borsellino, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina e Agostino Catalano, uccisi 25 anni fa nella strage del 19 luglio 1992. All’evento organizzato dal Movimento Agende Rosse sono presenti, tra gli altri, Nino Di Matteo e Roberto Tartaglia, pm del processo trattativa Stato-mafia, Antonio Ingroia, ex magistrato di Palermo, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e quello di Messina, Renato Accorinti, Ferdinando Imposimato, Presidente della Corte di Cassazione, e Giulia Sarti, componente M5S e della Commissione parlamentare antimafia.


Mentre una giovane sul palco canta l’inno d’Italia, sul balcone della famiglia Borsellino campeggiano sei figure di cartone a grandezza naturale: sono quelle del giudice ucciso e dei cinque agenti di scorta. Quasi a voler osservare la folla che applaude attorno al palco ed ai familiari delle vittime. Che, ancora una volta, denunciano l’amara condizione dell’essere defraudati della verità sull’uccisione dei loro cari. Un boato inevitabilmente contrastante con i “silenzi di Stato” ed i “depistaggi” che hanno dato il nome a questa venticinquesima manifestazione, all’ombra dell’ulivo adornato di lettere e fazzoletti colorati piantato di fronte al cancello dove Paolo Borsellino sostò per l’ultima volta.
Leggi tutto...
 

Ordina un'Agenda Rossa



L'agenda Ritrovata

 

Appuntamenti

11

Ott

2008

Manifestazione antimafia a Santa Margherita di Belice (AG) PARTE 1 PDF Stampa E-mail
Scritto da Desiree Grimaldi   

Incontro del 4 ottobre 2008 organizzato dal Movimento Giovanile Trasversale, di cui Benny Calasanzio fa parte, in occasione della manifestazione antimafia realizzata con il patrocinio e il contributo economico del Comune di Montevago. Ospiti Salvatore Borsellino, Antonio Ingroia, attualmente sostituto procuratore a Palermo e sostituto di Paolo Borsellino a Marsala, Salvatore Vella, ex Sostituto Procuratore di Sciacca, ora a Palermo, titolare dell’operazione “Scacco Matto”e Gioacchino Genchi, vicequestore aggiunto a Palermo.

Intervento di Salvatore Borsellino


[youtube:www.youtube.com/watch?v=xu3Xr4yzUtc&feature=related]

Leggi tutto...
 

08

Ott

2008

Un altro frutto del ricatto - L´Agenda rossa continua a servire PDF Stampa E-mail
Scritto da Salvatore Borsellino   
Roma | 8 ottobre 2008
 
Contro la stessa richiesta della Procura Generale della Cassazione accolto il ricorso di Contrada, chiedeva il differimento della pena
 
Corte di Cassazione

Il tribunale della sorveglianza di Napoli deve riesaminare la richiesta di differimento pena avanzata da Bruno Contrada, l'ex numero tre del Sisde condannato in via definitiva a 10 anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa.


Lo ha deciso la prima sezione penale della Cassazione, annullando con rinvio l'ordinanza del tribunale di sorveglianza di Napoli che, nel luglio scorso, aveva detto no al differimento della pena. Il tribunale napoletano, con la stessa pronuncia, aveva invece concesso i domiciliari a Contrada, dopo una lunga detenzione nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere.

La Procura generale della Cassazione aveva chiesto di respingere la richiesta di differimento della pena per un anno presentata da Bruno Contrada.

Proprio ieri la Suprema Corte aveva respinto la richiesta del difensore dell'ex funzionario del Sisde volta ad ottenere una revisione del processo.

 

08

Ott

2008

La Cassazione nega la revisione del processo per Bruno Contrada PDF Stampa E-mail
Scritto da Apcom   
La Cassazione nega la revisione del processo per Bruno Contrada




 

Palermo, 8 ott. - Niente revisione del processo per Bruno Contrada, l'ex numero tre del Sisde, condannato in via definitiva a 10 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa dai giudici di Palermo. Anche la quinta sezione della Corte di Cassazione, confermando la decisione del febbraio scorso della Corte d'appello di Caltanissetta, ha rigettato la richiesta del difensore di Contrada, l'avvocato Giuseppe Lipera, di riaprire il processo nei confronti dell'ex funzionario di polizia.

"Il riconoscimento ufficiale dell'errore giudiziario di Bruno Contrada per me è solo rinviato", sostiene il legale commentando la decisione della Cassazione che ha accolto, in pieno, le conclusioni del sostituto procuratore generale Eugenio Selvaggi. Nella sentenza di condanna, che resta dunque definitiva, i giudici palermitani avevano accertato la responsabilità di Contrada, accusato da pentiti e poliziotti di aver aiutato e protetto la latitanza di boss mafiosi.

Per conoscere le motivazioni della Cassazione bisognerà attendere un mese, ma oggi, davanti ai giudici della prima sezione dei Supremi giudici, si 'gioca' un'altra 'partita' importante per Contrada, quella della sospensione dell'esecuzione della pena per un anno a causa delle gravi condizioni di salute dell'ex super-poliziotto. La difesa di Contrada punta molto, inoltre, sull'udienza camerale del prossimo 5 novembre quando davanti al Gip di Caltanissetta si discuterà sulla richiesta di archiviazione delle indagini nate da un esposto-denuncia presentato dal funzionario del Sisde. Secondo il difensore di Contrada l'estraneità del suo assistito verrà provata dalle indagini che potrebbero scaturire proprio da quei due faldoni. Poi "sarà presentata un'altra istanza di revisione" assicura l'avvocato Lipera.

 

 

 

 

09

Ott

2008

Brutte notizie per la mafia PDF Stampa E-mail
Scritto da Benny Calasanzio   


E’ il 20 giugno 1992. Tra qualche giorno Giovanni Falcone sarà morto da un mese.
Siamo nella chiesa di San Domenico, a Palermo. Il Giudice Paolo Borsellino arriva. Gli applausi gli impediscono di iniziare.
Alza una fiaccola, poi prende gli occhiali dal taschino. Ancora non può parlare, la gente non glielo consente. Un minuto e dieci secondi di applausi emozionati : “La lotta alla mafia non deve essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale emorale, anche religioso, che coinvolga tutti, che tutti abitui a sentire la bellezza del fresco profumo di libertà, che si oppone al puzzo del compromesso morale, della indifferenza, della contiguità e quindi della complicità”.
Oggi invece è il 4 ottobre 2008. Siamo nel teatro Sant’Alessandro, a Santa Margherita di Belice, la terra dei paradossi, del Gattopardo.
Il Giudice Salvatore Vella è il terzo relatore. Lo hanno preceduto Salvatore Borsellino e Antonio Ingroia.
Leggi tutto...
 

08

Ott

2008

Contrada: no a differimento pena PDF Stampa E-mail
Scritto da Salvatore Borsellino   
Contrada: no a differimento pena

Cosi' Pg Cassazione sulla richiesta ex funzionario Sisde
 
(ANSA) - ROMA, 8 OTT - La Procura della Cassazione ha chiesto di respingere la richiesta di differimento della pena per un anno presentata da Bruno Contrada. L'ex numero due del Sisde e' stato condannato a 10 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Se i giudici aderiranno alla richiesta della Procura, verrebbe confermata la decisione del Tribunale di sorveglianza di Napoli che si era opposto all'istanza di differimento. Ieri la Cassazione Corte ha bocciato la richiesta di revisione del processo.

Roma, 12:46

CONTRADA: PG CASSAZIONE, NO AL DIFFERIMENTO

DELLA PENA

Nessun rinvio dell'esecuzione della pena per Bruno Contrada, l'ex dirigente del Sisde condananto a dieci anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. E' quanto ha sollecitato, con requisitoria scritta, la Procura generale della Cassazione, in relazione al ricorso presentato dalla difesa contro l'ordinanza con cui, il 23 luglio scorso il Tribunale di sorveglianza di Napoli rigetto' l'istanza di differimento della pena, concedendo a Contrada gli arresti domiciliari per motivi di salute. I giudici della Prima sezione penale della Suprema Corte, che hanno esaminato stamane il ricorso in camera di consiglio si pronunceranno nelle prossime ore.

da www.repubbblica.it

 

07

Ott

2008

Presentazione di "Bavaglio" a Torino - 29 sett 2008 PDF Stampa E-mail
Scritto da QUIRETELIBERA   

Peter Gomez e Marco Travaglio presentano il loro ultimo libro, "Bavaglio", scritto assieme a Marco Lillo (Torino, Teatro Nuovo, 29 settembre 2008). Partecipa il magistrato Antonio Ingroia, introduce Diego Novelli e conduce Antonio Padellaro. Ringraziamo Quiretelibera per aver realizzato il video e Martina Di Gianfelice per la segnalazione:


[googlevideo:video.google.it/videoplay?docid=3122758315610826246&hl=it]

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.1031103210331034103510361037103810391040Succ.Fine»

Pagina 1037 di 1040
Equipoise PillsIllinois Loans Online should not be obtained by people who do not have the capacity to repay the lenders. Since its introduction in the market buying Cialis can be exclusively in pharmacy chains with a prescription from a doctor. I agree that this is very inconvenient and takes a lot of time and effort.
 

Petizione Agostino

Fino all'ultimo giorno della mia vita