Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Video Manifestazione "Agenda Rossa" a Roma

Simple File Upload v1.3

Uploading...
Please Wait!
Scegli un file da caricare
 
Manifestazione "Agenda Rossa" a Roma PDF Stampa E-mail
Video - Manifestazioni
Scritto da Redazione 19luglio1992   
Domenica 27 Settembre 2009 09:14
Il Corteo



La Manifestazione


Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!
mariame   |2009-09-27 12:06:30
A Palermo non ho potuto esserci, ma ieri, nella mia città non potevo mancare.
Sono stata a due passi da lei, avrei voluto abbracciarla, ma ero troppo
emozionata per avvicinarmi ancora, ho comunque sentito tutto il calore
dell'abbraccio che ci ha voluto idealmente dedicare dal palco. Grazie.
sonny_968  - Foto manifestazione   |2009-09-27 12:35:44
Ho creato un set di foto della manifestazione su flickr

ecco il link
link:http://www.flickr.com/photos/sonny_968/sets/ 72157622463414522/

Pr
opongo inoltre di creare un Gruppo su Flickr per raccogliere le foto
delle manifestazioni.

Grazie a tutti Voi
Santino
gianluigi placella   |2009-09-27 13:31:36
C'ero anch'io alla manifestazione di ieri, straordinaria per la potenza di
quanto è stato detto dal palco anche nelle voci più fragili e fresche e per la
intensa e massiccia partecipazione del popolo dell'agenda rossa che è riuscito
a farsi sentire dai cittadini allineati ai bordi della strada e da quanti erano
dietro le persiane chiuse, con i suoi slogan ineludibili.

Un'altra Italia è
in vista.

Chi sembra non volere accorgersene e che dimostra anzi di avere
interesse a non darne conto e notizia è la stampa paludata, perfino quella che
vuole apparire come l'unica voce a sostegno della libertà di
informazione.
Quella stampa che promuove raccolta di firme alla quale cittadini
come me hanno aderito con convinzione e che dichiara sostegno alla
manifestazione della Fnsi e di Articolo 21 del 3 ottobre.

Parlo di Repubblica
evidentemente, che nell'edizione nazionale che ho acquistato stamattina non
dedica una riga alle 5 ore della marea rossa in pieno centro a Roma e che
nell'edizione locale che ho potuto consultare solo nella versione online
(http://roma.repubblica.it/dettaglio/metro-ferma-c
orteo-e-concerto-disagi-alla-viabilita-in-centro/1
731804)
(http://roma.repubblica.it/prima)
nomina il corteo solo come
corresponsabile degli ingorghi del traffico automobilistico del pomeriggio
romano terrificante e primaria preoccupazione della cittadinanza della
capitale.
Perché direttore Ezio Mauro?
Paolo 2.0  - Assente non giustificato   |2009-09-27 16:02:00
Sono uno di quelli che ieri è stato comodamente seduto davanti al monitor
seguendo la diretta streaming della manifestazione, uno di quelli che
scriverebbe "RESISTENZA" in caratteri sempre più grandi senza togliersi
le pantofole.

Ebbene, lo confesso: quando Salvatore ha pronunciato il suo
discorso di chiusura avevo gli occhi lucidi, ma accidenti mi ha fatto sentire in
colpa!

Salvatore, mi permetto di darti del tu, per l'affetto e la vicinanza
che provo per te e per ciò che rappresenti: non credere che non sia dei vostri.
Sono di Padova, per me venire a Roma è un problema non da poco. Ma ieri
pomeriggio avrei voluto gridare insieme a voi, con tutto il cuore.

La prossima
volta farò di tutto per esserci. E se non mi sarà possibile, farò quello che
posso da qui, cercherò di coinvolgere o almeno di sensibilizzare amici e
colleghi alla vostra, anzi alla NOSTRA causa, che è la causa di tutti gli
italiani onesti.

Grazie, grazie, grazie per tutto quello che fai, per la
passione che ci metti, per la tua limpidezza e il tuo coraggio!
clarongo  - la resistenza   |2009-09-27 16:31:52
ciao a tutti,
sono claudio 34 anni residente a Marsiglia e ieri presente alla
manifestazione. p.s. mi sono dimesso 10 giorni prima della scadenza del mio
contratto pur di partecipare.
per me la manifestazione di ieri è stato un vero
e proprio turbillon di sensazioni, nel mio passato di manifestazioni ne ho fatte
diverse, nel 92 ero segretario del fronte della gioventù all'interno di un
partito che sosteneva con forza e risolutezza molti dei concetti espressi ieri e
che era realmente a fianco dei giudici con le palle ma...rifiutava senza mezzi
termini la parola resistenza.
ieri finalmente anch'io sono entrato in possesso
di questo termine che rappresenta un valore assoluto e che soprattutto in tempi
come questi va gridato a gran voce e va spiegato a chi ahimè oggi sopisce di
fronte agli attacchi mediatici ed al plagio informativo dell'attuale regime
composto da molti miei ex-amici, che dicono che IO sono cambiato non loro.
non
vivo in Italia xke mi fa troppo male,ma niente al mondo potrà mai impedirmi di
battermi x la mia cultura le mie radici e tutte le persone che amo e che stimo e
ke mi fanno battere il cuore x l'orgoglio la forza e la verità che mettono
nella loro vita.
forse lo comprendo solo adesso, ma nella mia vita io non ho
mai smesso di fare resistenza.
vi voglio bene a tutti chi c'era e a chi non
poteva proprio(è troppo bello fare dei sacrifici a volte, pur di dar retta al
tuo cuore).
brava Sonia grazie Salvatore e grazie a tutti Noi
sonialombardo  - Non demordere   |2009-09-27 19:02:41
Un post sul blog è tutto quello che ho potuto fare per dare il mio
contributo alla manifestazione, ma l'ho fatto con tutta la rabbia e la
passione che mi anima quando si tratta dei gidici morti per cambiare questo
paese. Purtroppo stiamo perdendo la battaglia che hanno
iniziato, però, non per questo dobbiamo demordere. Si può e si deve
ancora cambiare. Grazie per tutto quello che fate
link:http://partecipativo.info/eventi/verita-e-gi ustizia/
Valoski  - Fleeting glimpse – Roma, Sabato 26 Settembre 2009   |2009-09-27 20:26:52
Quella di ieri è stata una giornata faticosa. È stato faticoso pensare che
eravamo ad urlare a due passi da palazzo madama consapevoli che dentro nessuno
ci stesse prestando la minima attenzione, eppure noi siamo la parte sana del
paese, non siamo degli esaltati, non siamo violenti, non lanciamo bombe, non
uccidiamo persone. Non vedo un motivo plausibile che possa spingere ad
ignorarci. Abbiamo marciato attraverso la capitale, Roma non è mai stata così
bella...abbiamo marciato pieni di rabbia eppure senza creare nessun disordine,
senza esprimere nemmeno la centesima parte della violenza che ci hanno riservato
loro per anni...pacifici...la nostra rabbia trasformata in parole, le nostre
mani come megafoni per farci sentire più lontano, le nostre gambe marciavano
decise, senza esitazione, senza paura...perché quando si è nel giusto non si
può avere paura...un pomeriggio di sole, era caldo il terreno, bruciava l'aria
alle nostre urla, in una torrida domenica di settembre io sono sicuro ci fossero
da qualche parte nella capitale delle gambe che tremavano, sotto i banchi di
rovere tenuti puliti solo dalla polvere...ballano il twist le gambe rinsecchite
di questi poveri vecchi, con i loro capelli bianchi tirati all'indietro, le loro
camicie allacciate fino in fondo e le loro cravatte strette a tal punto da non
far arrivare sangue al cervello ma purtroppo abbastanza larghe da far passare la
voce...tremano le loro certezze...non basta più vestirsi come pinguini per
sembrare più intelligenti degli altri, non basta più pagare per tappare la
bocca a qualcuno, non basta più non far trapelare nulla attraverso i
giornali...cazzo, ci siamo accorti del trucco! Scusateci.
Ieri sul palco è
salita una ragazza di 14 anni, una ragazza nata nel 1995, una ragazza che ha
esattamente 10 anni meno di me...è salita sul quel palco e ha letto la cronaca
degli ultimi giorni di Paolo Borsellino...è salita sul palco in silenzio, ha
cominciato a parlare e ad ogni sua parola, seppur la sua voce fosse così tenue,
era impressa una tale carica emotiva che tremavo vistosamente.
Il suo canto era
talmente pieno di sentimento e forza che potevo sentire sottilissime crepe
formarsi sui cornicioni, la sua voce sarà arrivata sicuramente anche dentro al
senato...un terremoto di tale portata non può svanire nei pochi metri che ci
separavano da Palazzo Madama, avrà costretto i decrepiti a ficcarsi sotto i
banchi come fanno i bambini quando la prof interroga. Per quanto sul palco siano
salite persone che hanno urlato molto più forte, lei era qualcosa di
terrificante, non che gli altri non credessero a quello che dicevano, ma lei era
diversa...mi sarei aspettato che da un momento all'altro fossero saltati tutti i
fari del palco, fosse saltata la corrente, fosse venuta giù la piazza...sto
esagerando? No. A chi ha osservato attentamente è apparsa fulgida come
un'esplosione nel cielo la sua emozione...per un attimo di fianco al suo
viso...l'istante in cui dopo che Salvatore Borsellino le va vicino, le poggia la
mano sulla spalla, lei si gira, scoppia in una risata che subito
soffoca...stop...qui si è vista fuoriuscire l'onda impetuosa che teneva dentro,
qui si è visto il bagliore di onestà che vi acceca per una frazione di
secondo. Questo bagliore ce l'ho anche io, questo bagliore ce lo abbiamo tutti,
dobbiamo solo farlo uscire all'aperto, tante piccole lanterne che rischiareranno
questo paese inamidato di odio, menzogne e corruzione. Io ieri camminando, io
ieri sentendo le nostre urla, io ieri ascoltando chi parlava dal palco, io ieri
tornato a casa ho preso la carta d'identità, l'ho aperta e ho
letto

Cittadinanza: ITALIANA

L'ho chiusa, e mi sono sentito fortunato.


Valoski

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Buying DbolThere are three major facts that should be watched out for in all payday loans in the United States. Therefore, we can say that the active substances in its composition are more perfectly mixed. Vardenafil is not only present in the original Levitra, but also as part of its analogs.