Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Rubriche Ho detto grazie a Nino Di Matteo (Torino - Palermo A/R)
Ho detto grazie a Nino Di Matteo (Torino - Palermo A/R) PDF Stampa E-mail
Rubriche - Le vostre lettere
Scritto da Antonella Camalleri   
Mercoledì 24 Novembre 2010 20:03
Premessa: Il solo poter stringere la mano a Nino Di Matteo e poterlo ringraziare personalmente per il suo impegno e per quello di tutti i magistrati onesti come lui, è valso il il viaggio a Palermo, nonostante tutto.

Vengo e spiego il "nonostante tutto".

Ogni volta che io ritorno nella mia terra, la Sicilia, nella mia città, Palermo, all'andata sono sempre entusiasta, ma sempre mi capita di ritornare con l'amaro in bocca! Questo viaggio è stato deciso all'ultimo momento, proprio perchè sapevo che potevo avere questa spiacevole sensazione che mi far star male per molto tempo....però l'occasione era proprio apparecchiata su un piatto d'argento! Chi mi conosce sa che per me organizzare uno spostamento è sempre difficile per motivi legati al lavoro di mio marito, perchè ho una bimba di 5 anni che non posso sbattere a destra e a manca. Quindi quando (miracolo!) è arrivata la notizia che mio marito aveva dei giorni di ferie da prendere entro novembre altrimenti li avrebbe persi....be....mi è sembrato un segno! Quindi prenotazione al volo e Palermo arrivoooooo!!!

Avevo anche delle motivazioni familiari per essere lì in quei giorni, quindi ero molto molto felice di poter per una volta mettere insieme tutto ed essere presente per i miei genitori e per l'Agenda Rossa!!!

Lasciato il freddo di Torino, ritrovare il tepore del sole siciliano, dove poter stare in maniche di camicia, mi ha fatto apprezzare la belleza di una terra che non merita tutto quello che ho visto....sporcizia, immondizia, degrado, le persone sembrano sopravvivere aspettando che passi il tempo cercando affannosamente di non affogare nello schifo!!! Detta così sembro una che spara sentenze, ma vi assicuro che dire queste cose mi provoca un malessere enorme, perchè penso alle parole di Paolo Borsellino che disse "un giorno questa terra sarà bellissima" e penso che quel giorno ancora è troppo lontano!

In Sicilia sta avvenendo ciò che vedremo come sempre in futuro nel resto del paese, un riassetto degli equilibri politici, economici, che non sono fatti in funzione della cosa pubblica ma in funzione di un qualcosa che, forse azzardando, mi sento di definire "una continua trattativa"! E lo si vede apertamente nel degrado che anche le zone più eleganti di Palermo soffrono, sporcizia e immondizia, il degrado culturale sempre più evidente di un non rispetto della città, delle sue regole, e dal traffico che è l'indice di come una città dall'enorme patrimonio storico quale è Palermo, non possa più sostenere l'impatto così forte di macchine che fanno lo slalom tra le altre macchine messe in settima file in strade strette, senza sentire il bisogno di creare spazi per i cittadini, senza sentire il bisogno di cercare di vivere in un altro modo, senza avvertire il bisogno di avere il diritto a vivere in una città su misura del cittadino perchè i diritti in questa terra sono merce di baratto di personaggi che si presentano come il principe salvatore di turno, ma che ambiscono solo a trovare sistemazione e a trattare in continuazione potere e denaro....tanto denaro!!!! Qui la mafia ormai si capisce perfettamente che non è più quella della lupara e della coppola, ma è quella delle zone di Via LIbertà con i suoi negozi mega lussuosi che fanno immaginare un lusso che non c'è se non per pochi eletti, negozi che sicuramente pagano il pizzo, oppure quello dei numerosi colletti bianchi che si presentano come verginelli, ma che non disdegnano incontri con pezzi da novanta della mafia!

E la gente? La gente guarda, si illude di vivere in un paese civile, solo perchè ci sono le vetrine sfavillanti, perchè hanno appena aperto un mega centro commerciale alle porte di Palermo (da un prestanome di Messina Denaro se non erro), si illude che sia vero quello che certi politcanti da strapazzo che si presentano come difensori della sicilianità e del meridionalismo più becero possano davvero fare il bene di questa terra! Non sanno o fanno finta di non sapere, che è più grave, che dietro ci sono i nomi della mafia catanese, o nome come Dell'Utri...ma che importa se qualcuno dice che noi siciliani siamo troppo forti perchè abbiamo i dolci più buoni, lo sfincione troppo buono, il mare e il sole....che ci frega se ci prendono in giro dicendoci che la loro classe dirigente ha sconfitto la mafia (parola di Gianfranco Miccichè), o che il governo siciliano ha sempre combattutto la mafia solo perchè usa due paraventi, due magistrati, che applaudono un presidente che non disdegna frequentazione a rischio "solo per motivi politici"! Che ci frega se il PD fa finta di non vedere queste cose in nome di ipotetiche riforme che non si vedono "ma si vedranno"??? E che ci frega a noi? Basta che possiamo mangiarci un'arancina al giorno, oppure parcheggiare a cazzo quanto ci pare e siamo contenti!!!

Forse sembrerò esagerata, anche perchè io so che invece c'è tanta gente onesta a Palermo che si sbatte, nelle scuole, nel volontariato, in politica, nelle associazioni e movimenti, nei piccoli giornali di provincia che con fatica raccontano il territorio,  cercando un canale per fare qualcosa! C'è la società civile a Palermo, io l'ho vista, ma forse è troppo poco "insieme", ognuno sembra combattere una battaglia a se, quando poi il fronte è lo stesso, ma sembra che ognuno faccia le pulci delle parole altrui per poter essere il solo a continuare a dire che combatte ogni giorno! E allora se si organizza qualcosa bisogna stare attenti alle virgole, alle preposizioni semplici e articolate e a come queste vengono messe insieme alle congiunzioni e ai verbi!!! Insomma l'unità della lotta è ancora molto lontana e credo che il non fidarsi mai di chi ci sta davnti fa si che si sgretoli il fronte unico e che fallisca ogni tentativo! Ma questo è un problema che si vive anche a livello nazionale e credo che ci vorrebbe una bella presa di coscienza del fatto che qualcuno lavori apposta perchè questa disgregazione avvenga....ma questa è un'altra storia!!!

La vera boccata d'ossigeno comunque per me è stata la mattina del 20 novembre sotto la procura di Palermo! Per me essere lì ha avuto un significato speciale, difficile anche da raccontare, ma ero lì dove dopo le stragi noi giovani ci siamo ritrovati 18 anni fa a chiedere un cambiamento radicale e successivamente a stringerci attorno a Giancarlo Caselli e alla sua procura!

A Torino mi ero impegnata insieme alle fantastiche Agende Rosse Torinesi a formare un pullman che potesse portare chi volesse testimoniare, con la sua presenza fisica, la sua vicinanza a Di Matteo, al presidio di Milano. Devo dire che come al solito abbiamo faticato un poco, anche se stavolta siamo riusciti a riempirlo e alla fine quasi quasi, dato che la gente è un pò pigra, avevamo una specie di lista d'attesa!!!

A Palermo i miei amici di Torino mi sono mancati perchè loro più di me forse, sono sempre attivissimi e in prima linea e quindi essere lì era anche un modo per portarli con me, perchè sapevo che comunque loro erano in movimento, con la pioggia a Milano che non li ha fermati e idealmente eravamo insieme da un capo all'altro dell' Italia, unendola, alla faccia di chi vorrebbe un nord contrapposto al sud e viceversa!!!

Lì, che ve lo dico a fare, riabbracciare Salvatore che come sempre ti ringrazia e io mi sento sempre piccola piccola....una grande emozione!!! Grazie a me? E a me che mi costa stare qui sotto il sole meraviglioso insieme a voi con la mia Agenda Rossa???? Però Salvatore è così...ti dice grazie....e tu capisci che essere presenti fisicamente ha un valore enorme, che quel grazie viene da molto molto lontano, da una voce molto molto simile....

Poi c'erano gli amici di sempre, c'era Sonia che ha voluto fortemente essere lì per ovvi motivi....e poi Benny, e poi riconoscersi con chi ci si è scritti un sacco di volte su FB e mai visti in faccia....non vorrei fare un torto a nessuno ma sappiate che sono stata felice di riabbracciare voi tutti!!!

E poi, grazie a Ferdinando, un'agenda rossa torinese - palermitana, ho conosciuto la sorella di Di Matteo, che mi ha rigraziato....e lì di nuovo a sentirmi piccola piccola....

E poi ho stretto la mano a Nino Di Matteo che mi ha ringraziato.....e io lì a sentirmi ancora più piccola...io l'ho ringraziato per il suo impegno e sono contenta perchè qualsiasi cosa succeda so che sia Di Matteo che Ingroia che tutti i magistrati onesti hanno la stessa consapevolezza che avevano Falcone e Borsellino in un certo momento della loro vita, cioè che c'è gente che tifa per loro!!! Ma voglio dire una cosa che in pochi sanno forse....dalla procura a quanto pare non è sceso nessun collega, tranne Ingroia chiaramente e una persona, un magistrato, una mia grande amica e grande amica di Di Matteo che è scesa per lui, per non lasciarlo solo, per dare testimonianza!!! E questo mi rende orgogliosa perchè io so che i magistrati onesti esistono, i veri servitori dello Stato ci sono e lavorano nel silezio di procure al cianuro, per usare una frase presa in prestito da Benny, e io mi onoro dell'amicizia di questa persona speciale e di un magistrato davvero in gamba!

Valeva la pena essere lì a Palermo....anche se poi la serata del sabato si è conclusa con uno scontro durissimo con gente, che reputo amici nonostante tutto, perchè siamo cresciuti insieme e ci conosciamo da una vita, ma dai quali mi devo difendere ogni volta per il solo fatto di aver fatto scelte forse troppo drastiche ai loro occhi, ma che per me sono fondamentali per poter guardare negli occhi mia figlia e sentirmi con la coscienza a posto! E' stata una serata dolorosa per me, soprattutto perchè mi sono sentita attaccata senza che io abbia proferito parola, senza aver detto niente proprio perchè sapevo che le polemiche sarebbero scoppiate! Avevo deciso di non aprire nessun argomento che non fosse il tempo, il cibo, e poche altre cose....ma subito appena arrivata la prima cosa che mi viene detta è "Allora stamattina ti sei divertita? Ancora vai appresso all'IDV? Ancora con i partiti?".....non ho avuto neanche modo di replicare che subito sono stata subissata e zittita da " Per favore non parliamo di politica"....le Agende Rosse sono un partito politico per molti....e fare politica per molti è una cosa sporca....che però non disdegnano se può portare un tornaconto.....e poi approssimazione....grande scandalo per le avventure amorose del berlusca salvo poi aspettare con ansia di sapere se dai siti stranieri verranno pubblicate le foto succose di berlusca e le sue donnine...salvo poi parlare di donne come se non ne avessero mai visto una....salvo poi trattarmi da testa di cazzo....salvo poi dovermi difendere perchè "amica di Sonia Alfano".....salvo poi andarmene disgustata e pensare che anche chi si professa contro....e forse non sa neanche bene contro cosa....anche chi si professa antiberlusconiano....alla fine non disdegna il "facciamo un pò come cazzo ci pare"...

Ma ne è valsa la pena, per quel grazie di Salvatore Borsellino, per quel grazie della sorella di Nino Di Matteo, per quel grazie di Nino Di Matteo, per il grazie di Sonia Alfano che sa che può contare su di noi.....ne è valsa la pena perchè nonostante tutto, Palermo e la Sicilia ha avuto e ha alcuni tra gli uomini e le donne migliori di questo paese, i primi hanno dato la vita per questo paese, gli altri ancora oggi si impegnano perchè chi è morto continui a vivere e a lottare sulle nostre gambe!!!!

Grazie a tutti da parte mia!!!!

Antonella Camalleri

Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Testosterone Equipoise Cycleinstallment loans . But at the same time, it acts only with sexual arousal. Viagra has a number of advantages in comparison with injections in the sexual organ or other procedures aimed at treatment of impotency.