Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Documenti Scandalo Csm sul caso Ingroia: archivia il fascicolo ma con ''rimprovero''
Scandalo Csm sul caso Ingroia: archivia il fascicolo ma con ''rimprovero'' PDF Stampa E-mail
Documenti - I mandanti occulti
Scritto da Giorgio Bongiovanni   
Mercoledì 15 Febbraio 2012 17:21
ingroia-antonio-big0Il movimento delle Agende Rosse, la redazione del sito 19luglio1992.com e il Comitato Scorta Civica si uniscono alla redazione di AntimafiaDuemila nell'esprimere la propria solidarietà al Dott.Ingroia per l'ennesimo atto "persecutorio" nei confronti di un magistrato impegnato a far luce sulle possibili collusioni tra stato e mafia. Troppe volte le istituzioni si sono occupate di mettere un freno al Dott. Ingroia invece di porre in essere tutte le azioni utili a scoprire i mandanti occulti delle stragi del '92-'93 .
Di seguito l'articolo di Giorgio Bongiovanni, direttore di AntimafiaDuemila.com

C'era da aspettarselo. Ancora una volta il Consiglio superiore della Magistratura, molto più assimilabile ad un moderno "sinedrio dei magistrati", ha deciso di punire, seppur "pilatescamente", il procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia, reo di aver detto "tutta la verità nient'altro che la verità". Se continua di questo passo, questo consesso di "scribi e farisei" darà il suo deciso contributo per spingere la nostra già agonizzante democrazia nella fase terminale della sua già diffusa malattia. Tutta la redazione di ANTIMAFIADuemila esprime il pieno sostegno ed appoggio al procuratore Antonio Ingroia per questa che appare come una velata e vigliacca minaccia alla sua persona e al suo lavoro.
E' stata approvata dal plenum del Csm la delibera che "bacchetta" il procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia per il suo intervento di tre mesi fa al congresso del Pdci lo scorso 30 ottobre, nel quale disse tra l'altro di non poter essere imparziale nei confronti di forze che, cercano "quotidianamente" di introdurre "privilegi e immunità" a vantaggio di pochi, in spregio al principio di uguaglianza, e di sentirsi "partigiano" della Costituzione.
La proposta, che prevede inoltre la trasmissione degli atti alla quarta Commissione per l'inserimento nel fascicolo personale di Ingroia (con possibili ripercussioni sulla propria carriera), ha avuto 16 voti tra cui quelli del vicepresidente, Michele Vietti e dei vertici della Corte di Cassazione, il primo presidente, Ernesto Lupo, e il procuratore generale, Vitaliano Esposito. Sei voti andati alla proposta di minoranza, che era stata presentata la scorsa settimana dal consigliere togato Paolo Carfì (Movimento per la giustizia), più blanda, che chiede l'archiviazione ma senza l'invio degli atti. Hanno votato per questa proposta, oltre allo stesso Carfì i quattro togati di area democratica Francesco Cassano, Vittorio Borraccetti, Francesco Vigorito e Roberto Rossi e il laico di centrosinistra Glauco Giostra. Due gli astenuti, Paolo Auriemma di Unicost e Angelantonio Racanelli di Magistratura indipendente. La proposta approvata chiede dunque l'archiviazione perché non sussistono gli estremi per configurare un'incompatibilità ambientale e dunque un trasferimento d'ufficio. Immediata la risposta del magistrato che ha detto: “Rispetto la decisione del Csm a maggioranza, ma prendo atto con amarezza che un'ampia maggioranza del Consiglio, compreso il suo vicepresidente, esprima apprezzamenti negativi nei confronti di un magistrato 'colpevolè di avere dichiarato enfaticamente la propria fedeltà alla Costituzione repubblicana. Preoccupa il fatto che diventi minoritaria dentro il Csm la tutela di un diritto costituzionalmente garantito”. “Ma non mi meraviglia - dice ancora Ingroia - So che il Paese è arretrato di molto sul terreno dei diritti di libertà dei suoi cittadini, magistrati compresi. Rivendico in ogni caso il diritto di esprimere la mia fedeltà alla Costituzione in qualunque sede e auspico che da domani il Csm sia altrettanto solerte nei confronti di chi non solo non dichiara la propria fedeltà alla Costituzione, ma neppure la pratica, dimostrando ben altre partigianerie”.

ARTICOLI CORRELATI

- Ingroia e il ''richiamo'' del Csm: colpirne uno per educarne cento - di Lorenzo Baldo

- Gli ''errori'' del Csm: sbagliare e' umano perseverare e' diabolico
di Giorgio Bongiovanni


da: AntimafiaDuemila.com


Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Trenbolone-A 100 Onlinequick loans . Of course, the choice is not that easy, as there exist great number of different preparations. Notwithstanding, Cialis is the one that definitely differs from all other products.