Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Rubriche Lettera da Martina (2)
Lettera da Martina (2) PDF Stampa E-mail
Rubriche - Le vostre lettere
Scritto da Martina Di Gianfelice   
Domenica 24 Febbraio 2008 19:12
Ricevo questa lettera da Martina, la ragazza di 18 anni della quale ho pubblicato quella bellissima "Lettera a Paolo" che tanti di voi hanno letto e commentato.

Grazie ancora a Martina per i suoi pensieri e le sue analisi che, da parte mia, condivido in pieno.

"In questi giorni i politici italiani sono in giro per l’Italia a fare propaganda politica, cercando affannosamente di racimolare qualche voto.

Il Pdl di Berlusconi ha degnamente tagliato il nastro inaugurando la stagione delle bufale, dichiarando che lasceranno fuori dal partito i condannati e gli inquisiti, sulla scia della richiesta avanzata da Di Pietro al Pd.

Io dico, la gente alle balle di Berlusconi potrà anche credere, dato che il soggetto in questione è un maestro nel raccontarle, ma che creda a questa quando il primo inquisito è proprio lui, non ce la faccio proprio a pensarlo.

A questa rivelazione se ne sono susseguite altre chiarificatrici, Bondi, portavoce del leader del Pdl dichiara: “No a inquisiti e condannati tranne vittime dei processi politici”.

Bisognerebbe chiedere a Bondi qual è il criterio di valutazione che adotta per definire un parlamentare “perseguitato politico”.

Forse intende che tutti quelli che si chiamano Silvio(o amico di Silvio) sono delle povere vittime del nostro sistema giudiziario.

Poi, dato che la coerenza all’interno della coalizione guidata da Berlusconi regna, intanto la Prestigiacomo ribadiva la sua stima per Dell’Utri e Miccichè ha chiarito subito che sarebbe disposto ad allearsi con Dell’Utri per concorrere alla Presidenza della Regione Sicilia, addirittura formando un partito:rivoluzione siciliana, ma solo nel caso in cui Berlusconi decidesse di abbandonarlo.

Mi viene da pensare che forse si sono dimenticati della condanna a 9 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa che grava sulle spalle del buon Dell’Utri(un altro perseguitato politico).

Il Pdl è in affanno, non riesce a mantenere un certo numero di Parlamentari se si escludono quelli inquisiti e condannati, ma questa proposta è molto seria perché somiglia quasi ad una legge dato che sono previste delle eccezioni(una specie di comma all’interno della legge):il candidato premier è esente dalla proposta e con lui tutti i suoi amici e conoscenti, i perseguitati politici dalle famosissime toghe rosse, che nella vita non hanno altro da fare che dedicarsi alle proprie vittime, sono esenti…

Praticamente tutti sono esenti e la verità è che la corsa alla lista più pulita è l’ennesimo pretesto per ingannare il popolo italiano che è talmente abituato ad essere truffato che ormai non lo nota nemmeno più.

Per quanto riguarda la situazione siciliana sembra proprio che il leader delle libertà abbia paura della concorrenza di Rita Borsellino in tandem con la Finocchiaro.

Non si capisce infatti chi sia il candidato, tra i numerosi nomi circolati nel corso delle ultime settimane, che sfiderà la coppia schierata dal centrosinistra dato che ogni giorno ne spunta uno nuovo.

Adesso è il turno della Prestigiacomo che pare abbia ricevuto l’appoggio del capo supremo, poi c’è Miccichè è convinto delle sue capacità, non si arrende e sfodera la sua arma vincente:l’appoggio del rispettabilissimo Dell’Utri.
Poi c’è Lombardo, un altro che si è auto convinto di essere il candidato che manterrà la Sicilia nelle mani della destra e non vuole assolutamente rinunciare all’appoggio di un altro onorabilissimo collega:Salvatore Cuffaro.

La sinistra invece dopo un periodo di profonda indecisione ha optato per Anna Finocchiaro glissando completamente Rita Borsellino, garanzia di successo, considerato il consenso che Rita si è conquistata sul campo nella precedente competizione che la opponeva a Cuffaro.

L’unico difetto di Rita secondo il Pd, è quello di non far parte di nessuno schieramento politico, perché se non hai un tesserino non sei degno di considerazione, nemmeno se ti chiami Borsellino e hai rischiato di vincere le elezioni già una volta.

Ma il centrosinistra sfodera anch’esso la sua arma letale, per non perdere il vasto bacino di voti della Borsellino, ha deciso di avanzarle una proposta cioè presentarsi alle prossime elezioni in coppia con la Finocchiaro, in caso di vittoria sarà però la Finocchiaro a ricoprire l’incarico di Presidente della Regione.Rita che è buona per vocazione e per natura pare abbia accettato la proposta, anche se non c’è ancora la conferma ufficiale, dato che sono molte le voci che circolano nell’ambiente.

Un consiglio, ammetto poco imparziale, considerata l’immensa stima che nutro nei suoi confronti, a Rita Borsellino.Mi sembra che il Pd voglia solo accaparrarsi i voti della Borsellino, consegnando poi tutto nelle mani della Finocchiaro.

Non mi fido perché c’è una differenza sostanziale tra Rita e gli altri politici, che questi ultimi sono abituati a parlare senza poi tener fede davvero a ciò che dicono, mentre Rita parla con la consapevolezza che farà ciò che dice, perché non farlo significherebbe andare contro se stessa e la sua coscienza non le permette un tale affronto.

Ecco, la differenza è tutta qui, nessuno di coloro che parlano tanto ha sofferto sulla propria pelle tutto ciò che invece ha subito Rita, ed è proprio di questa purezza che deve farne tesoro.

Cara Rita non ti fidare troppo, ho usato il condizionale in questa ultima parte perché spero veramente con tutta me stessa che la cattiveria delle persone abbia un limite e che non si arrivi a ingannare una donna come Rita, che per tutta la sofferenza che le è stata provocata dovrebbe chiedere i danni all’Italia, per fini strettamente politici, per interessi privati.

La speranza è l’ultima morire, soprattutto se questa speranza è volta al cambiamento...Di una Sicilia che ne ha immensamente bisogno
. "

Martina       
  

Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!
paolo barra   |2008-02-24 21:11:42
Martina,
sono un uomo di 40 anni, stanco e deluso di essere vinto dalle
menzogne e dagli interessi privati a danno della collettività.
Il tuo impegno
mi regala un piccolo raggio di sole. Spero che la rinascita morale di questo
paese potra cominciare presto con l'apporto della vostra generazione, senza
necessariamente dover conoscere un periodo più cupo di questo.
Grazie
Anonimo   |2008-02-25 16:25:56
"...La speranza è l’ultima morire, soprattutto se questa speranza è
volta al cambiamento...Di una Sicilia che ne ha immensamente bisogno.
"

Noi giovani sicialiani abbiamo finalmente una speranza! Grazie
Salvatore e tutte le persone che lottano con rabbia...

...Qualcosa sta per
accadere...parola di meetup!
Anonimo   |2008-02-25 16:59:21
Cara Martina, sono di Roma ma amo l'Italia in generale in quanto mia terra
natale, ieri ho commentato la tua lettera e ribadisco quanto,
leggendola, il
mio cuore si sia riaperto alla speranza. Anch'io non capisco il criterio con cui
vengono scelti certi candidati, condivido in pieno
che la scelta doveva essere
su Rita Borsellino e non
capisco come possano averla esclusa.
Ti faccio tanti
auguri perchè tu possa avere il futuro che desideri.
Morris Sigurtà   |2008-02-26 15:01:36
Martina, anch'io non ho capito (o forse sì) come mai il PD abbia optato x la
Finocchiaro.

Quello che vorrei chiedere è, se Rita sente di voler candidarsi
alle regionali, di utilizzare qualsiasi mezzo per poter aiutarla in questo
progetto!! Scriviamo a Di Pietro, a topogigio Veltroni a tutti ma facciamo
qualcosa perchè non penso che sia la stessa cosa avere lei come presidente al
posto della Finocchiaro (ammesso che vinca)

Complimenti e buon lavoro
M.
ANTONIETTAACIERNO   |2008-02-28 20:48:23
FORSE HAI RAGIONE MARTINA,DEI PARTITI EDEI POLITICI,VISTE LE ESPERIENZE
PRECEDENTI,NON C'è MOLTO DA FIDARSI,A rITA SPETTAVA LA PRECEDENZA,CREDO CHE
ANNA SIA BRAVA,COMUNQUE NON FACCIAMO POLEMICHE AVVANTAGGIANO GLI AVVERSARI IN
UNA SITUAZIONE GIà DIFFICILE,L'IMPORTANTE è VINCERE,NON VIVO IN SICILIA E MI
DISPIACE NON POTERLE VOTARE:METTETECELA TUTTA!
enorbalac  - ingenuità   |2008-03-07 20:48:39
Cara Martina, non avercela con me, ma non posso provare che tenerezza per quello
che scrivi e per l'ingenuità dettata dalla tua età. Nonostante la mia giovane
età (ho 37 anni) sono ormai disincantato su certe argomentazioni, specie quelle
che riguardano la politica. Leggo questa tua lettera a distanza di circa un
mese, periodo nel quale tu stessa avrai potuto constatare i cambiamenti
avvenuti. Innanzitutto quando si affrointa il discorso legalità bisogna fare un
discorso di tipo trasversale, non si può guardare la pagliuzza nell'occhio
dell'altro e non accorgersi della trave nel proprio occhio. Berlusconi è quello
che è ma almeno sappiamo contro chi combattere. Veltroni invece è più
subdolo, aveva escluso Lumia dalle candidature rilanciando Crisafulli e dopo le
tante proteste c'ha ripensato rimettendolo in lista, non mi pare sia un esempio
di coerenza e di trasparenza il suo comportamento. A parte queste diatribe
destra/sinistra/centro, intanto non credo nell'ingenuità di Rita. Lei ha fatto
delle scelte consapevoli, ha scelto di candidarsi per un posto al senato in un
collegio non siciliano, a riprova del fatto che non è importante combattere per
la Sicilia quanto cercare di raccogliere consensi per la Sinistra e conquistare
un seggio al senato, anche se non siciliano. Poi ha accettato di sottomettersi
alle direttive del partito per non contrastare una candidatura imposta dall'alto
come quella dela Finocchiaro. Quando hai scritto questa lettera i giochi
sembravano già decisi a tavolino ma per fortuna c'è il terzo incomodo, Sonia
Alfano, garanzia di una candidatura per la Sicilia e per la legalità. Cerca di
non farti offuscare la mente dalle ideologie, mantieni la tua capacità di
autodeterminazione e di discernimento.

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Masteron Drostanolone PropionatePayday Loans In North Carolina. You can buy Levitra Super Force profitably on our web-site; we offer the medications only of the highest quality and at reasonable prices.