Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Documenti Il ministro dispone il 41 bis per l'avvocato Pio Cattafi
Il ministro dispone il 41 bis per l'avvocato Pio Cattafi PDF Stampa E-mail
Documenti - Altri documenti
Scritto da LiveSicilia   
Lunedì 01 Ottobre 2012 19:15
MESSINA - Il ministro della Giustizia Paola Severino ha disposto il regime del carcere duro nei confronti dell'avvocato Rosario Pio Cattafi, indicato da alcuni pentiti come il capo della mafia di Barcellona Pozzo di Gotto. La richiesta di applicazione del 41 bis era stata avanzata dalla Dda di Messina dopo l'arresto di Cattafi, nel luglio scorso, nell'operazione Gotha 3. Secondo quanto emerso dalle indagini Cattafi aveva rapporti anche con il boss catanese Nitto Santapaola ed avrebbe operato nel riciclaggio di denaro e traffico di armi. Nel marzo dell' anno scorso la Sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Messina gli aveva sequestrato un patrimonio di sette milioni di euro.

da: LiveSicilia.it
 


Inflitto il 41 bis all'avvocato barcellonese Rosario Pio Cattafi

Il Ministro della Giustizia Paola Severino ha inflitto il regime di carcere duro all'avvocato barcellonese Rosario Pio Cattafi, indicato da alcuni pentiti quale il Capo dei capi della mafia messinese. La richiesta avanzata dalla DDA dopo l'arresto di Cattafi, nel luglio scorso, nell'operazione Gotha 3.

1° ottobre 2012
. Per la Procura e per molti pentiti è lui il “Capo dei capi” della mafia messinese. E ora arriva pure il clamoroso provvedimento del ministro della Giustizia Paola Severino, che ha inflitto il 41 bis, il regime di carcere duro, all’avvocato Rosario Pio Cattafi, indicato da molti collaboratori di giustizia come il capo di Cosa Nostra messinese. Una parabola lunga più di vent’anni la sua, culminata con l’arresto, nel luglio scorso, nell’operazione antimafia “Gotha 3”. La richiesta di 41 bis era stata presentata dal Procuratore capo di Messina, Guido Lo Forte e dai sostituti della Dda Vito Di Giorgio, Angelo Cavallo, Fabio D’Anna e Giuseppe Verzera. Cattafi, che attualmente è detenuto nel carcere di Gazzi, sarà ora trasferito nel supercarcere di L’Aquila. La decisione del ministro Severino accredita dunque le tante dichiarazioni fornite in questi anni dai pentiti sul conto di Cattafi. L’avvocato spesso è stato ritenuto esponente di spicco di Cosa Nostra barcellonese ma era sempre uscito pulito da tutte le vicende giudiziarie che lo hanno riguardato. Un rapporto del Gico della Guardia di Finanza qualche anno fa tracciò il profilo criminale di Cattafi. Sulla base di quella relazione fu avviata la prima misura di prevenzione personale nei suoi confronti dal 2000 al 2005. Le Fiamme Gialle descrissero in maniera dettagliata i suoi stretti rapporti con don “Ciccino” Rugolo, il padrino della vecchia mafia barcellonese, poi ucciso nel febbraio del 1987. S'arriva così al 2006 quando una relazione ispettiva sulle infiltrazioni criminali e mafiose descrisse il forte legame che univa l’avvocato Cattafi al boss catanese Nitto Santapaola. Collaboratori di giustizia del calibro di Angelo Epaminonda e Maurizio Avola parlarono di Cattafi come personaggio chiave di importanti operazioni finanziarie illecite e di imponenti traffici di armi. E ultimamente il boss pentito dei “Mazzarroti” Carmelo Bisognano nel processo “Vivaio” ha indicato Cattafi quale capo della mafia barcellonese. Accuse sempre respinte da Cattafi che ha denunciato numerosi pentiti. Nel marzo dell’anno scorso la Sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Messina gli sequestrò un patrimonio di sette milioni di euro ed il 24 luglio scorso Cattafi fu arrestato nell’operazione “Gotha 3” con l’accusa di essere lui il vero boss della mafia messinese. Nei giorni scorsi l’avvocato barcellonese è stato sentito nel carcere di Gazzi dai magistrati della DDA ai quali ha spiegato i dettagli dei suoi rapporti, negli anni ’90, con il magistrato Francesco Di Maggio, vicecapo del Dap, che gli avrebbe chiesto un intervento nella trattativa Stato-mafia.

Tratto da: tempostretto.it










 

Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  . They were lucky to produce Viagra Sublingual which dissolves under the tongue and penetrates into the blood causing erection faster than any other drugs.