Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Documenti Trattativa Stato-mafia, Brusca: 'Nicola Mancino ultimo destinatario del papello'
Trattativa Stato-mafia, Brusca: 'Nicola Mancino ultimo destinatario del papello' PDF Stampa E-mail
Documenti - Altri documenti
Scritto da Adnkronos   
Venerdì 01 Febbraio 2013 14:08
di Adnkronos - 1 febbario 2013
Palermo, 1 feb.- (Adnkronos) - "L'ultimo destinatario del 'papello' di Toto' Riina era Nicola Mancino". Lo ha detto in aula il pentito di mafia Giovanni Brusca deponendo nel procedimento per la cosiddetta trattativa tra Stato e mafia in corso a Palermo. Brusca, che viene sentito per ragioni di sicurezza in trasferta, nel carcere romano di Rebibbia, e' statio citato dal gup Piergiorgio Morosini che nell'ultima udienza ha disposto integrazioni probabtorie. Il 'Papello', secondo Brusca, ma anche secondo Massimo Ciancimino, sarebbe un foglio contenente le richieste avanzate da Cosa nostra allo Stato per fare terminare, dopo la stragi di Capaci, la stretegia stragista della mafia. Nicola Mancino e' tra i dieci imputati dell'udienza preliminare, con l'accusa di falsa testimonianza. Alla sbarra anche lo stesso Brusca ma anche il generale Mario Mori e Marcello Dell'Utri. Nel corso della lunga deposizione, il pentito Giovanni Brusca ha poi confermato con assoluta certezza che Riina gli avrebbe parlato del 'papello' con le richieste della mafia allo Stato e' "dopo la strage di Capaci e prima della strage di via D'Amelio". L'ex boss di San Giuseppe Jato specifica anche che il boss Riina, il suo "maestro d'arte", come lo ha definito prima in aula, gli avrebbe detto che il papello "era stato in quel momento non solo scritto, ma anche consegnato". Il 'papello' e' un foglio di carta bianco, con dodici pun­ti scritti a mano, in stampatel­lo, senza errori di ortografia tranne uno (fragranza invece di flagranza), con calligrafia chiara. Una calligrafia che non sembra appartenere ne' a Riina ne' a Bernardo Proven­zano. Secondo i racconti di Massimo Ciancimino, lui lo ritiro' chiuso in una busta, in un bar di Mondello, dal medico condanna­to per mafia Antonino Cina'. Lo porto' a suo padre e poi lo rivide nelle mani del misterioso "si­gnor Franco", o "Carlo", l'uomo mai identificato dei servizi segre­ti avrebbe partecipato alla trattativa. L'intermediario disse a Vito Cian­cimino che poteva andare avanti, e l'ex sindaco ordino' al figlio di combinare un altro appuntamen­to con Mario Mori e Giuseppe De Donno, del Ros. Entrambi sono imputati el procedimento. A loro diede il papello, e a riprova di cio', come ha sempre detto Ciancimino junior, sull'originale del documen­to e' applicato un post-it scritto a mano dal padre dove si legge "Consegnato in copia spontanea­mente al col. Mori, dei carabinie­ri dei Ros". Ma l'originale non l'hanno mai visto i magistrati.

Adnkronos
 

Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Cheap AnadrolMost online loan lenders allow getting New Jersey Payday Loans without visiting a bank, straight to your bank account. Therefore, we can say that the active substances in its composition are more perfectly mixed. Vardenafil is not only present in the original Levitra, but also as part of its analogs.