Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Rubriche Lettera da Roberto
Lettera da Roberto PDF Stampa E-mail
Rubriche - Le vostre lettere
Scritto da Roberto   
Mercoledì 24 Settembre 2008 11:13
Gentile Dott. Borsellino,
innanzitutto mi presento visto che finora non l'ho fatto: mi chiamo Roberto - nickname sul suo sito harlock - ho 35 anni, sono laureato in fisica ma lavoro come consulente informatico - precario - a Milano, pur essendo salentino.
Non ho mai avuto direttamente a che fare con la mafia nè con la giustizia in generale. Sono però convinto che la mafia affondi le sue radici nel malaffare quotidiano, quello che confonde il diritto con il favore e il cittadino con il mendicante, e che alberga anche in una parte non trascurabile del cosiddetto "buonsenso comune", espresso da detti popolari come "ungi l'assu ca la rota camina" (ungi l'asse che la ruota cammina). A questa mafia spicciola, fatta di raccomandazioni e di una ridicola corsa a chi è più furbo (o più fesso, dipende dai punti di vista), finora non mi sono piegato: non so se più per merito o più per fortuna, so solo che è una delle poche cose di cui vado orgoglioso.
Quando ci furono le stragi di Capaci e di via D'Amelio avevo 18 anni, ed ero contento. Contento perché per me, figlio di contadini abituati a faticare duramente (con buona pace di Bossi e dei suoi amici) e ad accettare l'arroganza del potere come si trattasse della grandine - una calamità grave ma contro cui non si può fare nulla: c'è e basta - gli avvenimenti di quegli anni (il maxiprocesso di Palermo da un lato e Mani pulite dall'altro) erano la prova che le cose stavano cambiando, che una stagione nuova era davvero possibile. Mi dicevo che la caduta del muro di Berlino aveva fatto saltare le coperture che avevano garantito, cristallizzandolo, la sopravvivenza di un sistema ormai completamente marcio e che l'onda lunga di quel benefico terremoto ci stava inevitabilmente travolgendo.
Poi il 23 maggio 1992, intorno alle ore 18:00, l'incantesimo si è improvvisamente spezzato. Il 19 luglio è andato definitivamente in frantumi.
Il gattopardo era ancora lì, rinato come un'eterna fenice.
Aveva il volto tirato a lucido dei nuovi partiti politici che da lì a poco sarebbero nati dal nulla e l'anima cattiva di vecchie pratiche clientelari e nuove collusioni mafiose; l'aria bonaria e rassicurante di certi giornalisti da salotto impegnatissimi a discutere del risotto di D'Alema o del cuoco Michele e  la voce stridula di finti intellettuali e mercenari veri che quotidianamente cannoneggiavano la nostra coscienza civile dal tubo catodico.
In questi 16 anni quell'incantesimo si è trasformato in illusione e l'illusione via via in un incubo: anestetizzati e confusi da urla sempre più alte in cui si perde il senso stesso della discussione e in cui tutti sembrano uguali, terrorizzati ad arte dai tg circa la nostra sicurezza (conosco milanesi che temono di venire in Puglia per la malavita organizzata e pugliesi che temono di venire a Milano per la delinquenza spicciola!), rattrappiti su noi stessi dalla nuova religione dell'individualismo, stiamo perdendo non solo il senso delle istituzioni (d'altra parte come rispettarle se chi le rappresenta ne è indegno e ci sputa sopra per primo?) ma il senso stesso dei valori racchiusi nella nostra Carta Costituzionale, ultimo baluardo alla deriva definitiva di questo paese.
In questo incubo il suo sito rappresenta per me, oggi, una sorta di boccata d'ossigeno: per l'informazione libera che diffonde e che genera indignazione e rabbia; per lo sforzo di mantenere viva la memoria di chi è stato massacrato non in nome dello Stato ma dallo stato; per il semplice coraggio di parlare, anzi, di gridare. Ma anche per la volontà di fare, che contraddistingue tutti coloro che lo frequentano, o quanto meno per il loro rivendicare in modo inequivocabile che "io sto da questa parte", e che è ancora capace di far rinascere in me l'illusione che, sì, il cambiamento è possibile. Deve esserlo.
Per questo le chiedo cortesemente di inviare anche a me gli adesivi che pubblicizzano il suo sito. Perché forse è solo un'illusione, ma davvero non posso fare a meno di crederci.
Con affetto e riconoscenza,
Roberto

Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!
Shiloh   |2008-09-24 18:31:44
Ciao Roberto. 8)

Complimenti per la tenacia, posso riportare la tua lettera
anche sul mio sito?

http://www.salandra.helloweb.eu/

Lucia
na

P.S.
Puoi rimetterti la benda sull'occhio. ;)
harlock   |2008-09-24 22:01:18
Grazie per i complimenti Luciana, ma non so se li merito, forse sono stato solo
fortunato: col tuo permesso li giro ai miei genitori. Loro sono certo che se li
meritino.
Quanto alla lettera, riportala pure se ritieni: ne sarò
lusingato.
P.S.
Con l'aria che tira è meglio tenerli liberi e ben aperti, gli
occhi... ;)
Shiloh   |2008-09-25 23:26:52
Certo che ti meriti i complimenti.
E li meritano anche i tuoi genitori, hanno
fatto un buon lavoro- ;)

Luciana

PS

La lettera l'ho
inserita

PPS

Lo sai che Capiyan Harlock era uno dei miei cartoni prefriti?
8°)
L'altro era Goldrake
Shiloh   |2008-09-25 23:36:08
Ma questa notizia l'avevate letta?
Sul mio sito e su quello delle toghe c'è
l'articolo completo.

(scusate gli errori di battitura ma per pura pigrizia
sto digitando da una posizione inumana).
---------------

Il governo
Berlusconi e la giustizia: se non fosse una tragedia, sarebbe una farsa



da http://toghe.blogspot.com

di Liana Milella (Giornalista)


giovedì 25 settembre 2008

Il governo è sempre più impegnato a
riformare la giustizia, nell’interesse … proprio. Ossia a riformarla perché
sia sempre più INefficiente e più INgiusta. Il resto sono chiacchiere e
propaganda demagogica.

da Repubblica.it del 25 settembre 2008

Giustizia,
nuovo blitz del Pdl in arrivo l’immunità per i ministri.

Dopo il lodo
Alfano, pronto il lodo Consolo per salvare Altero Matteoli.

Il parlamentare,
che è anche legale del ministro, ha preparato un apposito ddl.

Il
responsabile delle Infrastrutture è sotto processo per favoreggiamento a
Livorno.

Roma - Un lodo Alfano per il premier Silvio Berlusconi. Per
bloccare i suoi processi Mills e Medusa. Quello è già fatto. È alle spalle.


Adesso serve un lodo Consolo per il ministro delle Infrastrutture Altero
Matteoli, di cui Consolo è pure avvocato.
harlock   |2008-09-26 00:00:38
L'ho letta qualche ora fa. Mentirei se dicessi che ne sono stupito: è il bello
per i leader di potersi scegliere i membri del parlamento (un bivacco di
manipoli, diceva qualcuno). D'altra parte nella rassegna stampa di questo stesso
sito noterai che gran parte degli articoli parlano di "declino della
democrazia". E se pensi che un leghista (non ricordo il nome) ha chiesto di
non diffondere più Famiglia Cristiana nelle chiese perché critica il governo
hai un quadro completo della situazione. Ma sembra che a nessuno importi: quello
che fa l'Inter o il Milan pare sia più importante!
Ps: grazie di cuore a te e
blackhole.
PPS:è una bella lotta, ma rispetto a Goldrake -o meglio ad Actarus-
Harlock aveva una timidezza e un'aria di mistero, sottolineate dal dolce suono
dell'ocarina, che me lo faceva preferire ;)
Shiloh   |2008-09-26 21:11:18
Sai com'è, Actarus è stato il primo della serie, però è vero che Harlock
aveva una personalità più completa e più affascinante. 8)

Luciana
vannlora  - in rassegna   |2008-09-26 02:30:38
L'articolo era inserito nella rassegna stampa di oggi, shiloh. Se le dai
un'occhiata... E certamente anche in quella di "Uguale per tutti"
(toghe. blogspot): è uguale a questa. Chissà perchè?...
:-)
Shiloh   |2008-09-26 21:14:15
Magari avessi potuto leggere la rassegna di ieri.
Ma ero dal dentista...
*_*


Luciana

PS

Avevo notato che sei anche sul blog delle toghe.
8)
E' bello vedere che certi contatti cominciano a prendere forma, che non
siamo più soli.
blackhole   |2008-09-25 14:23:52
sapere che ci sono persone giuste in questo paese di asserviti è una cosa
stupenda!
almeno potrò dire di non essere come Don Chisciotte... visto che qua
i mulini a venti li vediamo in parecchi!
:D
Larapax   |2008-09-26 00:17:21
Molto piacere Roberto... si leggo con molto piacere la tua lettera ed esulto...
anzi la leggo e la rileggo soprattutto per le frasi finali...si può cambiare
... si DEVE cambiare!
Mi piace anche questo uscire allo scoperto, esporsi,
manifestarsi, in forma timida e rispettosa!
Grazie!
Capitano!
Lara
harlock   |2008-09-26 00:47:22
Il piacere è tutto mio credi: un piacere talmente grande da risultare
imbarazzante! Grazie.
vannlora  - re:   |2008-09-27 00:08:37
Magari avessi potuto leggere la rassegna di ieri.
Ma ero dal dentista...
*_*




 .
tutto bene, spero...

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Testosterone Enanthate Before And Aftercash loans . This pill gives a hand to thousands who suffer from erectile dysfunction. People who take Viagra Super Active can forget about their impotence and have a normal intimate life.