Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Documenti Avviata una nuova azione disciplinare contro Ingroia
Avviata una nuova azione disciplinare contro Ingroia PDF Stampa E-mail
Documenti - Altri documenti
Scritto da AMDuemila   
Lunedì 18 Marzo 2013 19:57

 

severino-ingroia-bigdi AMDuemila - 18 marzo 2013

Stavolta a richiederla è il ministro della Giustizia Severino
E' un'integrazione all'azione disciplinare presentata lo scorso febbraio quella che il ministro della Giustizia, Paola Severino, ha chiesto di avviare al procuratore generale della Cassazione contro Antonio Ingroia. Allora era stato aperto un provvedimento per illecito disciplinare, per “aver vilipeso la Corte costituzionale e leso il prestigio e la reputazione dei suoi componenti”. Nell'atto di incolpazione, firmato dal pg Gianfranco Ciani, giunto al Consiglio superiore della magistratura, venivano indicati le motivazione per “aver gravemente mancato ai propri doveri di correttezza, riserbo ed equilibrio ponendo in essere comportamenti idonei a integrare violazione di specifici precetti penali, tali da ledere l'immagine del magistrato”. In particolare il Pg della Cassazione rimprovera al leader di Rivluzione Civile, magistrato in aspettativa, i commenti sulla decisione della Consulta che aveva accolto il ricorso del Presidente della Repubblica aprendo un conflitto di attribuzione contro la Procura di Palermo, ritenendo le intercettazioni Mancino-Napolitano illegittime e disponendone la distruzione. “Le ragioni della politica hanno prevalso su quelle del diritto”, aveva detto Ingroia. Aggiungendo che fino ad allora aveva ritenuto “che le decisioni della Corte costituzionale non potessero essere condizionate dal clima che si avvertiva nel Paese.

È vero che la Corte costituzionale è un organo sui generis rispetto alla magistratura ordinaria, che non può non tenere conto degli aspetti politico-istituzionali presenti dietro ogni vicenda che affronta, ma in questo caso tutto ciò è avvenuto in maniera eccessiva e le ragioni del diritto sono state mortificate”. All'ex pm venivano contestate anche altre affermazioni. Il ministro della Giustizia, lo scorso 7 marzo, ha chiesto quindi di integrare l'azione disciplinare accusando l'ex procuratore aggiunto di Palermo di aver “leso l'immagine della magistratura” per aver commentato l'annullamento con rinvio la condanna a Marcello dell'Utri a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. “Ho la sensazione che la sentenza e il dibattito che strumentalmente ne sta scaturendo — aveva dichiarato Ingroia nei confronti del presidente della quinta sezione penale della Cassazione in alcune interviste rilasciate il 10 e l'11 marzo 2012 - rientrino in quel processo di continua demolizione della cultura della giurisdizione e della prova che erano del pool di Falcone e Borsellino”. E poi ancora: “Mi sento alquanto sorpreso per questo esito perché conosco le prove che ci sono nel processo, ma non posso dirmi altrettanto sorpreso conoscendo la cultura della prova del presidente Grassi, che è totalmente lontana dalla mia”. E sono queste le parole criticate dalla Guardasigilli che nella nota inviata al Csm parla di attacco personale “con espressioni insinuanti ed allusive” di Ingroia nei confronti di Grassi con un linguaggio “di giudizio pesantemente offensivo per i magistrati autori della decisione, cui viene attribuita la responsabilità di contribuire a vanificare l'opera di ripristino della legalità iniziata dal pool di Falcone e Borsellino”.  
“Sono stupito – ha dichiarato a caldo Ingroia –, le mie erano solo critiche legittime e non attacchi personali. C’è stato un travisamento di senso delle mie parole. Non ho inteso offendere o insultare nessuno. Ritengo di avere esercitato solo un diritto di critica, che può essere anche aspra, ma ero preoccupato che una grancassa politico-mediatica potesse demolire la cultura della giurisdizione del pool”. “E' passato un anno da quei fatti – ha aggiunto l’ex pm di Palermo – e il senso delle mie parole non è cambiato. Sono preoccupato per lo stato della facoltà di critica. Mi sorprende semmai che anche recentemente un mio collega mi abbia insultato pesantemente. Ma, come sempre, non ho reagito”.

Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Anavar 10mgOnline lending company provides a wide range of ways to get money by means of Payday Loans Tennessee. This is a permit to the world of pleasure and the lasting sex. Cialis Super Active online is a drug, the quality level of which is determined by its action speed.