Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Documenti ANM divisa sull'azione disciplinare contro Nino Di Matteo
ANM divisa sull'azione disciplinare contro Nino Di Matteo PDF Stampa E-mail
Documenti - Altri documenti
Scritto da AGI   
Sabato 13 Aprile 2013 16:41
di AGI

Roma, 13 apr. - Intervenire o meno sull'azione disciplinare avviata dal pg di Cassazione nei confronti del pubblico ministero di Palermo Nino Di Matteo, uno dei titolari del procedimento sulla trattativa Stato-mafia, per le dichiarazioni da lui rilasciate sull'inchiesta con un'intervista. Questo uno dei temi centrali affrontati stamane dal 'parlamentino' dell'Anm, che ha suscitato un dibattito ampio e, in alcuni momenti, anche acceso. A 'innescare la miccia', l'intervento di Sebastiano Ardita, esponente di Magistratura Indipendente e procuratore aggiunto a Messina, che difende in sede disciplinare il pm Di Matteo. "Dobbiamo assumere una posizione netta - ha detto Ardita - e non abbandonare i magistrati di Palermo. Quello di Di Matteo e' una caso emblematico che non ci deve dividere". Ardita, in particolare, ha chiesto al comitato direttivo centrale del sindacato delle toghe di mettere nero su bianco, con un documento, una sorta di 'difesa' di Di Matteo, rilevando che le ragioni dell'avvio dell'azione disciplinare "non sono condivisibili": "non si puo' fargli una carezza per le minacce che ha ricevuto e poi dargli uno schiaffo con l'azione disciplinare - ha rilevato l'esponente di Mi - non possiamo associarci a quanti dicono che una cosa e' l'azione disciplinare, un'altra la solidarieta' per le minacce". Di tutt'altro avviso, pero', e' stata il segretario di Magistratura democratica, Anna Canepa, ex vicepresidente dell'Anm: "l'Associazione magistrati - ha sottolineato - non puo' non essere vicino a chiunque rischia quotidianamente la vita per la giustizia, ma mi stupisce l'intervento di Ardita, perche' non bisogna confondere cio' che riguarda l'Anm con il procedimento disciplinare". Anche per Luisa De Renzis, giudice a Roma e rappresentante di Unicost, "pretendere che l'Anm si trasformi in un collegio difensivo non va a beneficio del collega, dobbiamo rispettare le regole del processo".
Ezia Maccora, ex togata al Csm e membro di Md, esprime con forza il suo 'no' a "interferenze nel lavoro della sezione disciplinare". Il rappresentante di 'Proposta B', Andrea Reale, invece, ricordando che Di Matteo "rappresenta con onore la magistratura italiana ed e' un magistrato con la M maiuscola", ha presentato una mozione - poi respinta - al 'parlamentino' per chiedere che l'Anm fornisca "assistenza tecnica ed economica" al pm di Palermo per il procedimento disciplinare. E' stata invece approvata la mozione, proposta da Stefano Schiro' (Mi), che prevede la convocazione di una nuova riunione del direttivo subito dopo il 16 maggio (giorno in cui l'Anm terra' a Roma un convegno dedicato alla giustizia disciplinare) per riflettere proprio sul rapporto tra il ruolo del sindacato delle toghe e l'esercizio dell'azione disciplinare.

AGI






Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Payday Loans Wisconsin. Cialis Professional online is capableto release you reliably from the erection problems, its improved formula gives the new properties to the drug.