Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Documenti Salvatore Borsellino parla di Paolo a Borghetto Santo Spirito
Salvatore Borsellino parla di Paolo a Borghetto Santo Spirito PDF Stampa E-mail
Documenti - Altri documenti
Scritto da Claudia Bertanza   
Domenica 14 Aprile 2013 14:36
di Claudia Bertanza - 14 aprile 2013

Venerdì 12 aprile sera, a Borghetto Santo Spirito, c’è stato un evento al quale avrei voluto partecipare con tutte le mie forze, ma purtroppo non mi è stato possibile. A organizzare l’evento, assieme al Comune di Borghetto, c’era Cristina Donzelli, membro dell’ANAAM (Associazione Nazionale Amici di Attilio Manca). Ieri l’ho “intervistata” telefonicamente: avevamo già vissuto assieme le emozioni di questo evento (articolo), io da spettatrice e lei da moderatrice e volevo sentire dalla sua viva voce quanto coinvolgente fosse stato.

Ho già sentito in diverse occasioni Salvatore Borsellino, so che ascoltarlo è sempre un’emozione indescrivibile. Me lo conferma Cristina stessa, “emozioni” è la prima parola che usa e che userà spesso, nel corso nella chiacchierata.

“Ho iniziato” mi dice “con un pensiero rivolto a Emilia Catalano, la mamma di Agostino Catalano (il caposcorta di Paolo Borsellino, morto nella strage di Via D’Amelio)”. Poi Cristina ha chiesto al pubblico di alzarsi in piedi in un simbolico gesto di solidarietà ai giudici di Palermo e Caltanissetta, sempre più vittime di minacce mafiose. Il pubblico ha risposto bene, tributando loro un forte applauso.

Salvatore le aveva confessato di essere stanco, poi però ha tirato fuori, mi dice, la consueta energia. Ha parlato principalmente dei processi che si stanno svolgendo (a Palermo tra poco più di un mese inizierà quello sulla cosiddetta Trattativa Stato-Mafia, a Caltanissetta è in corso il Borsellino-quater).

“Sono pessimista” ha detto Salvatore “non credo che vedrò la giustizia”. Ha poi parlato del fratello e ha letto, dal palco, la lettera di una bambina di 9 anni, di origine pugliese, che abita a Borghetto. Mi dice Cristina che questa lettera le è stata consegnata dalla madre della bambina, lei l’ha fatta leggere a Salvatore che ne è rimasto colpito. La bambina parla di mafia, rilevando quanto sia un problema anche al Nord e ricorda Borsellino come un eroe a livello mondiale, perché non è morto solo per salvare la Sicilia. E’ importante che si parli di mafie nelle scuole, perché, scrive, “gli alberelli si raddrizzano da piccoli”. Questa espressione, decisamente azzeccata, è rimasta nel cuore di Salvatore.

Infine, in chiusura di serata, Cristina ha letto dal palco una lettera dedicata a suo figlio (Ti racconto di Paolo).

“Appena ho finito di leggerla Salvatore mi ha abbracciato, è stato un momento molto commovente”.

Il finale è stato con l’agenda rossa alzata (Salvatore l’ha regalata al sindaco, che gli ha dato il libro di Borghetto S. Spirito) e il pubblico che urlava “grazie” a Salvatore.

Chiedo a Cristina se ha ancora qualcosa da dirmi e mi risponde che è felice delle sue due iniziative, apprezzate anche dall’Amministrazione comunale, che l’anno prossimo ripeterà sicuramente. E, aggiunge, vorrebbe una dedica particolare a un suo (e mio) amico, Roberto, che oggi compie gli anni. Auguri, Roberto!


C. Bertanza (laspeziaoggi.it)

 









Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Best Test Propsignature loans . But at the same time, it acts only with sexual arousal. Cheap Viagra has a number of advantages in comparison with injections in the sexual organ or other procedures aimed at treatment of impotency.