Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home Documenti Molise, Lazio e Abruzzo assieme per un'unica storia di legalità, verità e giustizia
Molise, Lazio e Abruzzo assieme per un'unica storia di legalità, verità e giustizia PDF Stampa E-mail
Documenti - Altri documenti
Scritto da Movimento Agende Rosse gruppo “Falcone e Borsellino” Abruzzo provincia di Chieti   
Sabato 23 Aprile 2016 17:55
Scritto da Movimento Agende Rosse gruppo “Falcone e Borsellino” Abruzzo provincia di Chieti - 23 aprile 2015

E’ per merito del sensibilissimo e lungimirante Prof. Vincenzo Musacchio Presidente della Scuola di Legalità "don Peppe Diana" di Roma e del Molise con il coinvolgimento della fondazione “Angelo Vassallo” e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Campobasso (nel primo evento) e delle Agende Rosse di Salvatore Borsellino che si sono svolti i due eventi.
Il primo, "Merito e Legalità" del 15 aprile 2016 svoltosi presso l'Istituto comprensivo "Igino Petrone" di Campobasso organizzato con la Dirigenza scolastica e l'Assessore del Comune di Campobasso D.ssa Emma de Capoa - che ha invitato formalmente il Movimento delle Agende Rosse di Salvatore Borsellino gruppo “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino” rappresentato da Massimiliano Travaglini - assieme alla D.ssa Arcangela Galluzzo della Fondazione “Angelo Vassallo Sindaco Pescatore” e rivolto ai circa trecentocinquanta (350) Alunni delle quinte (5*) classi elementari e delle terze (3*) classi delle medie dell'Istituto stesso.
Ad introdurre la giornata e fare gli onori di casa è stata la Dirigente scolastico dell’Istituto “Petrone” al cospetto di una sala gremita di ragazzi attenti ed in ossequioso silenzio pronti con i loro quaderni e penne per prendere gli appunti. A seguire, dapprima con i saluti Istituzionali della gentilissima D.ssa Emma de Capoa che ha evidenziato come le Istituzioni locali, nel Suo caso il Comune di Campobasso ed il suo Assessorato, possano svolgere un ruolo determinante e fondamentale assieme alle Scuole ed alle Associazioni antimafia del territorio - tant’è che per il prossimo anno scolastico è già in itinere un ambizioso progetto di merito - per la crescita e la formazione dei ragazzi invitandoli a tenere comportamenti virtuosi e positivi sempre all’insegna dello studio, della conoscenza quindi del “Merito”. Poi è stata la volta del Referente del Movimento delle Agende Rosse del gruppo “Falcone e Borsellino” d’Abruzzo provincia di Chieti, Massimiliano Travaglini, che dopo aver ringraziato la D.ssa de Capoa ed il Prof. Musacchio per l’invito ricevuto a partecipare all’evento e salutato la D.ssa Arcangela Galluzzo della Fondazione “Angelo Vassallo”, si è rivolto alla giovane platea facendo conoscere Loro dapprima il movimento delle Agende Rosse di Salvatore Borsellino e le finalità che lo stesso si prefigge di raggiungere in tutt’Italia nel tramite dei circa trenta (30) gruppi ed i circa ottomila (8.000) iscritti per poi spiegare e far conoscere la triste vicenda della strage del 19 luglio 1992 di via D’Amelio dove persero la vita il Magistrato Dr. Paolo Borsellino e la Sua scorta della Polizia di Stato: Emanuela Loi, Agostino Catalano, Claudio Traina, Eddie Walter Cosina e Vincenzo Li Muli. Lo stesso ha evidenziato come crede moltissimo nella valenza e l’efficacia di queste iniziative tenute negli ambiti scolastici al fine di educare e sensibilizzare i ragazzi fin dalle più tenere età, elementari e medie, a concetti su comportamenti di Onestà e “Legalità” da vivere quotidianamente. Poi è stata la volta del Prof. Vincenzo Musacchio - Ordinario di Diritto Penale - che è sceso fisicamente dal palco per stare fra i ragazzi e parlare Loro delle mafie, dei tragici eventi avuti e delle conseguenze negative ed irreversibili che hanno provocato evidenziando come anche, a volte, parti di istituzioni hanno contribuito e convissuto con esse. Ha richiamato più volte i ragazzi al senso del dovere con lo studio, l’approfondimento e la conoscenza dei fatti che spesso vengono narrati/raccontati distorti ed in maniera fuorviante dalla realtà dei fatti. A seguire è intervenuta la D.ssa Galluzzo che ha rimarcato il valore fondante del “Merito” come aspetto essenziale e propedeutico al futuro scolastico e professionale dei ragazzi e di quanto la fondazione stessa – Angelo Vassallo – stia facendo in tal senso su tutto il territorio nazionale con innumerevoli iniziative. E nel mentre la stessa Galluzzo si apprestava alla conclusione del suo intervento, è riapparso con grande emozione sul palco Massimiliano Travaglini che scusandosi con la stessa e ringraziando il diretto interessato, ha subito comunicato agli Alunni della gradita e auspicata sorpresa telefonica di Salvatore Borsellino al quale gli stessi hanno tributato un lunghissimo e spontaneo applauso. Poi quando Salvatore ha preso la parola in sala è sceso come d’incanto un silenzio surreale con emozioni e coinvolgimenti che solo Salvatore sa trasmettere anche e, soprattutto, ai più giovani. E nel mentre Salvatore spiegava ai ragazzi di avere sempre forza e coraggio nella vita e continuare a lottare e credere in un futuro migliore e di perseguire sempre la Verità e la Giustizia richiamando le parole di Suo Fratello Dr. Paolo: “La lotta alla mafia deve essere un movimento culturale e morale che coinvolga tutti, specialmente le giovani generazioni, le più adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, della indifferenza, della contiguità quindi complicità”, sul volto e negli occhi di molti dei presenti iniziavano a scendere lacrime di commozione oltre che avere una reazione spontanea e naturale con ulteriori tripudi di applausi ed apprezzamenti per le parole ascoltate dallo stesso Salvatore che si ringrazia ancora per aver fatto giungere anche agli alunni di Campobasso la Sua voce profonda e coinvolgente. A conclusione degli interventi sopracitati, sono stati invitati gli alunni a fare domande seppur in un clima iniziale un po’ ostile ed impacciato. Ma quando Travaglini prendendo il microfono si è recato in platea fra gli alunni coinvolgendoli ed incoraggiandoli ad intervenire, in prossimità del palco come d’incanto, circa quindici (15) ragazzi si sono alzati dalle rispettive poltroncine e si sono recati al microfono presentandosi con nome e cognome e di quale classe fossero per porre le innumerevoli e intelligenti domande: - “Prof. Musacchio che cos’è la mafia oggi”? – “Perché è stato ucciso il Dottor Borsellino e la Sua Scorta?” – “Lei Travaglini ha detto che nella vita bisogna camminare sempre con la schiena dritta. Cosa significa in concreto?” – “Ma noi ragazzi come possiamo combattere la mafia?” – “Ma voi perché andate nelle scuole. Chi ve lo fa fare?” – “Ci sarà un giorno in cui le mafie saranno sconfitte per sempre?” – “Lei Dottoressa Galluzzo ha conosciuto il Sindaco Pescatore Angelo Vassallo?”- “Ma la prossima volta non possiamo avere Salvatore Borsellino qui con noi?” e così via…... E dopo aver dato le relative risposte nei rispettivi ruoli e con le relative competenze e conoscenze, seppur i ragazzi non volessero andar via, il Professor Musacchio per concludere nel migliore dei modi l’evento ha invitato tutti gli Alunni presenti ad urlare, al Suo tre: “noi siamo Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”.

Il secondo evento (video in allegato) “Metamorfosi delle mafie” si è svolto sabato 16 aprile 2016 alle ore 9,30 presso il prestigioso I.T.I.S. (Istituto Tecnico Industriale Statale) “Ettore Maiorana” di Termoli. Un’altra giornata che resta nella memoria di Chi ha avuto modo, per disponibilità e cortesia dello stesso Prof. Musacchio, di prendere parte allo stesso evento. Anche il Movimento delle Agende Rosse dell’Abruzzo provincia di Chieti gruppo “Falcone e Borsellino” ha preso parte con la presenza del Referente locale Massimiliano Travaglini facendo conoscere ai circa quattrocento (400) studenti più meritevoli dell’Istituto e di tutte le classi, di cui duecento (200) in sala ed altri duecento (200) collegati in video-conferenza nelle rispettive aule, la storia e la nascita del Movimento stesso di Salvatore Borsellino e delle battaglie di Verità e Giustizia che porta avanti in tutt’Italia con i circa trenta (30) gruppi e con i circa ottomila (8.000) iscritti. L‘evento è stato moderata dal bravo giovane studente Moreno Del Bello di Petacciato che frequenta il quarto anno di informatica in qualità di rappresentante di istituto. La giornata è stata all’insegna, dapprima, del ricordo delle tantissime Vittime innocenti di mafie nel tramite della proiezione di un docu-film realizzato dai ragazzi del carcere minorile Malaspina di Palermo proiettato per poi passare al magistrale quanto coinvolgente intervento del Prof. Musacchio che si è soffermato, in particolar modo, sulle trasformazioni delle mafie e sui comportamenti da queste tenute nei giorni nostri. Un escursus temporale-logico che ha permesso di far capire agli Studenti quella che è stata l’evoluzione delle metologie mafiose nel tempo partendo dagli attentati e stragi degli anni 90 fino a giungere ai giorni nostri con esempi e narrazione di fatti concreti in merito ai comportamenti più subdoli ed attuali adottati, dalle stesse mafie, nei confronti della società civile ed in particolar modo delle attività industriali-commerciali dei tempi nostri, partendo dalle mafie tradizionali siciliane e campane per giungere a quelle pugliesi e calabresi presenti e diffuse su tutto il territorio nazionale e molisano-abruzzese. A conclusione del coinvolgente intervento del Prof. Musacchio è stata la volta del referente delle Agende Rosse dell’Abruzzo provincia di Chieti gruppo “Falcone e Borsellino” che dopo una breve introduzione e ringraziamenti ha letto la storia del movimento stesso fondato e voluto da Salvatore, Fratello del Magistrato Dr. Paolo Borsellino, che ha evidenziato come sia Salvatore che tutti gli aderenti al Movimento credono e riservano le loro speranze soprattutto nei tanti Giovani d’Italia, che saranno Uomini e Donne del domani, ad assumere dei comportamenti di correttezza e di onestà e di massima e dovuta condanna contro tutte le mafie possibili ed immaginabili. A conclusione dell’evento sono state lette le “Riflessioni di Paolo Borsellino” con la proiezione del video, riproponente le stesse, creato dal giovane Agenda Rossa Marino Testa di Lanciano (CH) accompagnate da un sottofondo musicale coinvolgente e struggente. Poi si è passati alle tante domande degli Studenti che hanno mostrato la Loro preparazione e curiosità in merito alle tematiche trattate formulando delle domande molto pertinenti ed afferenti le tematiche stesse. E dopo aver ascoltato le risposte del Prof. Musacchio si è potuto leggere sui volti degli Studenti convenuti un senso di felicità e di orgolio per aver fattivamente e concretamente partecipato ad una giornata all’insegna della Legalità svolta a titolo gratuito nell’interesse di tutti soprattutto dei più Giovani di oggi Uomini e Donne del domani.


Movimento Agende Rosse gruppo “Falcone e Borsellino” Abruzzo provincia di Chieti


A seguire links video e foto dell’evento “Metamorfosi delle mafie”:
https://www.youtube.com/watch?v=HOLEehFEkpo
https://www.facebook.com/ItisStudentsRoom/posts/1092440880808669?pnref=story





Comments:

Commenti
Cerca RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

  Buy Testosterone CheapGetting California Loans Online should be thought of many times. All this happens in case of bad medicines and wrong way of medication. Viagra Super Force is a treatment that has unique and surpassing formula combination.